Domenica 28 febbraio 1971 - Verona, stadio Marc'Antonio Bentegodi - Verona-Lazio 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

28 febbraio 1971 - 1673 - Campionato di Serie A 1970/71 - XIX giornata - calcio d'inizio ore 14.30

HELLAS VERONA: Colombo, Nanni, Sirena, D.Landini, Batistoni, Mascalaito, Bergamaschi, Mazzanti, Orazi (73' D'Amato), Mascetti, Clerici. A disp.: Pizzaballa. All. Pozzan.

LAZIO: Di Vincenzo, Facco, Legnaro, Governato, Papadopulo, Wilson, Massa, Mazzola (II), Chinaglia, Tomy, Magherini (46' Dolso). A disp.: Moriggi. All. Lorenzo.

Arbitro: Carminati (Milano).

Marcatori: 22' D.Landini.

Note: cielo sereno, vento di traverso, temperatura fredda; terreno in buone condizioni. Ammonito Mazzola (II). Calci d'angolo: 6 - 4 ( 3 - 3 ) a favore della Lazio.

Spettatori: 15.000 circa con 10.859 paganti per un incasso di £. 15.584.600.

La rete di Landini
Il biglietto della gara

Gent.conc.www.primoluglio2004.it]]Ancora una sconfitta in trasferta per la Lazio impegnata contro una diretta concorrente per la salvezza. Il Verona scende in campo con una formazione rimaneggiata per le assenze di Moschino, Mujesan e Ferrari, Lazio che invece conferma l'undici della domenica precedente. Grande equilibrio sin dalle prime battute con il gioco che si sviluppa soprattutto a centrocampo. Al 22', inaspettato, giunge il vantaggio dei padroni di casa. Per un fallo di Magherini su Sirena, l'arbitro concede un calcio di punizione. Batte Mazzanti che serve in avanti Nanni lasciato in completa solitudine: il terzino spara a rete un pallone che viene involontariamente colpito da Landini e termina la sua corsa alle spalle dell'incolpevole Di Vincenzo.

Lo scenario della partita cambia subito con la Lazio decisa in avanti e protagonista di due pericolose incursioni. Prima Tomy e Chinaglia cincischiano a pochi metri dalla porta dopo un'azione di Facco, poi Mazzola (II) impegna Colombo in una parata a terra. Nella ripresa la Lazio è tutta in avanti e gli scaligeri sono arroccati in difesa e pronti al contropiede. Dolso, in campo al posto di Magherini, dimostra subito di essere in giornata e trascina i suoi all'arrembaggio. Su un suo calcio d'angolo Massa appoggia al liberissimo Facco che calcia alto da non più di 5 metri. Al 21' ancora una ghiotta occasione: veloce triangolo Mazzola (II)-Tomy-Chinaglia che il bomber conclude con un tiro sballato.

I biancocelesti, sospinti da numerosi tifosi al seguito, serrano i tempi, ma il fortino degli scaligeri regge l'urto. All'ultimo minuto ancora un'occasione: punizione toccata da Mazzola per Massa e preciso cross del napoletano che supera Colombo, trovando Wilson completamente libero per colpire di testa a porta sguarnita. La violenta zuccata dell'inglese esce a lato di un palmo. Sconfitta immeritata per gli uomini di Lorenzo con un Verona che non ha fatto nulla di particolare per vincere. Ancora una volta, rammaricandosi del tanto spreco in zona gol, si torna a Roma a mani vuote.