Domenica 2 maggio 1915 - Roma, campo della Farnesina - Lazio-Sporting Pisa 4-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

2 maggio 1915 - Campionato Nazionale Girone di semifinale - IV giornata

LAZIO: Serventi, Bona, Levi, Zucchi, Faccani, Grasselli, Donati, Saraceni, Consiglio, Fioranti, Maranghi.

SPORTING PISA: Giani, Malfatti, Bini, Poggetti, Zoppi, Donnini, Mattiello, Eschini, Garzella, Scotti, Pera.

Arbitro: sig. Bellucci (Juventus Roma).

Marcatori: nel primo tempo 9' Fioranti, 22' Scotti, 26' Donati, 31' Saraceni (I); nel secondo tempo 15' Malfatti (rig), 31' Maranghi.

Note: si sono registrati violenti scontri tra i giocatori.

Spettatori:


Dal Ponte di Pisa del 9/05/1915
L'articolo de "Il Messaggero" del 3/05/1915

Pagina da definire

La posta in gioco era la prima posizione in classifica e il risultato finale fa comprendere ampiamente quale è la squadra più forte del girone. Il Pisa mantiene prevalentemente il possesso del pallone, ma solo nel primo tempo ha portato qualche pericolo alla porta difesa da Serventi. Al contrario la Lazio, che attacca con minor frequenza, è però pericolosissima in zona goal e colpisce inesorabilmente con le sue individualità. Nel primo tempo, dopo una serie di attacchi degli ospiti, Maranghi scende e porge a Fioranti che fionda in rete dando così il primo punto alla Lazio. Al 22' un tiro di Scotti su cross di Pera ristabilisce la situazione di parità. Trascorsi solo 4 minuti, Saraceni (I) scende alla sua maniera e scavalca la difesa pisana, passa a Donati che da posizione angolata infila la rete. Subito dopo è Faccani che porge a Saraceni (I) che triplica. All'inizio della ripresa il gioco si fa rude e violento. L'arbitro Bellucci non riesce a placare gli animi e il gioco viene interrotto per qualche minuto. Nel primo quarto d'ora del secondo tempo il Pisa cerca di rimontare e accorcia le distanze su calcio di rigore tirato da Malfatti per un fallo di mano in area laziale di un difensore. La Lazio riprende il controllo del gioco e al 31' Maranghi, partito dalla fascia sinistra, converge al centro e segna il goal della sicurezza. Nell'ultima fase della partita si rinnovano brutali scontri in campo. Ottimi nella Lazio Faccani, Fioranti e Saraceni (I). Del Pisa i migliori sono stati Malfatti e Bini.


Dal "Ponte di Pisa" del 9 maggio 1915:

Questa settimana dobbiamo a malincuore registrare un'altra sconfitta dello "Sporting Club" che è stato battuto a Roma dalla squadra del "Lazio" per 4 goals a 2. E diciamo a malincuore, poiché la sconfitta di Domenica non devesi ricercare nella incompletezza e tanto meno nella inferiorità della nostra squadra, ma bensì nel giuoco violentissimo e sopraffattore (come afferma anche in un telegramma l'avv. Picchiotti che era presente la match) svolto dagli avversari. I pisano ebbero una netta prevalenza di attacco sul campo del Lazio, e questa venne anche confermata dal corrispondente dello "sport" da Roma; ma i laziali volevano a qualunque costo e con qualunque mezzo cancellare l'onta della sconfitta subita a Pisa, e ci riuscirono malgrado le fiere proteste fatte dai nostri giuocatori all'arbitro sig. Bellucci che si dimostrò apertamente partigiano. Lo Sporting Club di Pisa, per le virtù dei suoi giovani, avrebbe dovuto ottenere in un solo anno quello che fino ad oggi non avevano saputo ottenere i suoi predecessori: cioè il titolo di campione dell'Italia Centrale e Meridionale. Ma se la sconfitta di Domenica scorsa dovrà essere fatale per i pisani, rimarrà almeno per essi il merito di essere sempre stati - di fronte a tutti i loro competitori - i più nobili e leali avversari.


Da La Stampa del 3 maggio 1915:

Oggi al campo della Rondinella per la semifinale del Campionato centrale ha avuto luogo l'incontro fra la Lazio e il Pisa. Arbitrava Bellucci. Il Pisa fu battuto dalla Lazio con 4 goals a 2. Il Lucca ha dichiarato forfait col Roman ritirandosi conseguentemente dal campionato.


NOTA - I tabellini (fonte La Tribuna del 03.05.1915, il Corriere d’Italia del 03.05.1915 e il Corriere Toscano 03.05.1915) sono stati forniti dal sig. Alessandro D'Agostino



Da La Stampa del 3/05/1915



<< Turno precedente Turno successivo >> Stagione Torna ad inizio pagina