Domenica 30 aprile 1950 - Firenze, Stadio Comunale - Fiorentina-Lazio 2-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

30 aprile 1950 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1949/50 - XXXIV giornata

FIORENTINA: Costagliola, Eliani, Cervato, Chiappella, Rosetta, Magli, Janda, Pandolfini, Galassi, Sperotto, Della Torre. All. Ferrero.

LAZIO: Sentimenti (IV), Piacentini, Furiassi, Alzani, Antonazzi, Sentimenti (III), Puccinelli, Magrini, Hofling, Flamini, Penzo (I). All. Sperone.

Arbitro: sig. Silvano di Torino.

Marcatori: pt 15' Janda, 32' Penzo (I), 38' Pandolfini, st 32' Sentimenti (III).

Note: tempo incerto, terreno discreto. Calci d'angolo 5 a 3 a favore della Lazio.

Spettatori: 20.000.

Le difese hanno avuto la meglio sugli attacchi. La condizione di classifica brillante delle due formazioni ha dato luogo ad un incontro abbastanza tranquillo e alla fine il risultato di parità è quello che più è conforme all'espressione del gioco sviluppato dalle compagini. Eppure il risultato è stato incerto sino al 90' e il pubblico ha seguito con partecipazione l'evolversi delle vicende del match. La Lazio non ha faticato molto per imbrigliare l'attacco viola e i goal subiti sono stati piuttosto occasionali. Più cercati, invece quelli biancocelesti. Al 15' Cervato libera la sua area con un potente rinvio. Il pallone viaggia tranquillo verso Sentimenti (IV) che si appresta a bloccarlo; improvvisamente spunta la testa di Janda che spizza il pallone di quel tanto da beffare un sorpreso "Cochi". La Lazio reagisce e schiaccia la Fiorentina nella propria area. E' il minuto 32' quando Flamini caracolla con il pallone tra i piedi e lo sguardo verso i suoi compagni. Improvvisamente Penzo (I) scatta e il pallone da Flamini giunge a Penzo (I) come se fosse radiocomandato. L'ala dribbla Eliani in corsa e con una puntata bassa supera Costagliola. Poi vi è una fase di equilibrio, rotta al 38' dal nuovo vantaggio dei toscani. Magli batte una punizione lungo la linea laterale e Galassi raggiunge la palla proprio sulla linea di fondo. Il cross trova dalla parte opposta Pandolfini , con un tiro dal basso in alt, trafigge Sentimenti (IV). La ripresa si apre con un paio di azioni per parte senza pericoli per i portieri. Progressivamente si registra un minor vigore fisico dei viola, forse generato da stanchezza, e un ritrovato slancio biancoceleste che permette ai capitolini di porre sotto assedio l'area dei padroni di casa. E infatti al 32' gli ospiti trovano il premio per il loro impegno: Hofling, in posizione di ala, effettua un cross molto lungo che supera tutti i giocatori appostati in area ma non Sentimenti (III) che piomba come un falco in posizione molto decentrata e decide di colpire in piena corsa al volo. Di solito questi tiri finiscono sugli spalti, ma non questa volta: la palla si infila, solo intuita data la violenza del tiro, tra il braccio proteso di Costagliola e il palo. Un goal meraviglioso, sottolineato dagli applausi sportivi del pubblico di casa. I migliori: Flamini, Sentimenti (III), Furiassi, Antonazzi e Alzani per la Lazio; Rosetta, Magli e Chiappella per la Fiorentina.





Torna ad inizio pagina