Domenica 7 dicembre 1969 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Napoli 0-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

7 dicembre 1969 - 1622 - Campionato di Serie A 1969/70 - XI giornata

LAZIO: Di Vincenzo, Papadopulo, Facco, Nanni, Polentes, Marchesi, Massa, Mazzola (II), Tomy, Chinaglia, Morrone. A disp. Fiorucci, Oddi. All. Lorenzo; in panchina Lovati.

NAPOLI: Zoff, Monticolo, Pogliana, Zurlini, Panzanato, Bianchi, Bosdaves, Juliano, Barison, Altafini, Montefusco. A disp. Trevisan, Manservisi. All. Chiappella.

Arbitro: Gonella (Torino).

Marcatori: 8' Barison, 45' Altafini.

Note: freddo intenso, terreno in discrete condizioni. Espulso al 24' Barison per un calcetto a freddo ai danni di Papadopulo. Ammoniti: Bianchi e Altafini. Calci d'angolo: 14 a 3 a favore della Lazio.

Spettatori: 26.000 circa con 13.368 paganti e 12.500 abbonati per un incasso di £.22.522.700.

La rete di Barison
Goal di Barison su punizione
L'articolo de La Stampa
Altre immagini del gol di Barison

Il virus influenzale che da alcune settimane ha messo a letto milioni d'italiani non risparmia nemmeno la Lazio. Malgrado il prodigarsi del dottor Ziaco, che ha dispensato antibiotici per tutta la settimana, non sono disponibili per l'incontro con il Napoli quattro giocatori: Sulfaro, Wilson, Governato e Ghio. Anche Lorenzo è costretto dalla febbre a starsene a casa e così in panchina siede Lovati. Al Napoli le cose vanno meglio quanto a bollettini medici poiché il solo Nardin risulta indisponibile. Gli azzurri, che stanno conducendo un campionato che li vede occupare il terz'ultimo posto in classifica, riescono a passare all'ottavo minuto quando Juliano appoggia una punizione a due verso Barison che azzecca un forte rasoterra che s'infila a fil di palo con un Di Vincenzo che appare in ritardo nell'intervenire. La Lazio tenta di rimediare ma, sia per l'inconsistenza del gioco, dove l'assenza del playmaker Governato si fa sentire, sia per la solidità della difesa partenopea, non riesce mai a rendersi pericolosa. Al 24' Barison per un fallo di reazione su Papadopulo viene espulso, ma malgrado la superiorità numerica i romani non danno segnali positivi anzi, proprio nel recupero, dopo che Zoff aveva respinto in angolo una cannonata di Morrone, pervengono al raddoppio. Zurlini, servito da Bosdaves, fila via sulla sinistra e dal fondo opera un traversone sul quale irrompe Altafini che al volo, di piatto, mette dentro senza la minima opposizione della difesa biancoceleste. Bordate di fischi accompagnano la squadra al rientro negli spogliatoi. La reazione al riprendere del match arriva puntuale e il Napoli si chiude a riccio nella propria area. Ci prova Massa al 47' e poi Facco, il cui tiro viene respinto dal volto di Zoff: il pallone viene raccolto prima da Chinaglia e quindi da Nanni, ma entrambi non trovano il varco giusto. La Lazio spinge e colleziona la bellezza di tredici calci d'angolo, ma a parte una rete di testa su colpo di testa di Massa annullata per fuorigioco, non si segnalano altre emozioni. Una Lazio davvero brutta perde con merito questa partita contro un Napoli ordinato ma di certo non trascendentale.