Domenica 8 giugno 1930 - Napoli, stadio Giorgio Ascarelli - Napoli-Lazio 3-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

8 giugno 1930 - 280. Campionato di Serie A 1929/30 - XXXI giornata - inizio ore 15.30.

NAPOLI: Cavanna, C.Buscaglia, Innocenti, De Martino, Roggia, Zoccola, Perani, Vojak I, Sallustro I, Mihalic, Fenili. All. Garbutt.

LAZIO: Sclavi, Mattei II, Saraceni II, Foni, Pardini, Caimmi, Marcacci, Ziroli, Pastore, Malatesta, Sbrana. All. Piselli.

Arbitro: sig. Bruna di Venezia.

Marcatori: 70' C.Buscaglia (rig), 76' C.Buscaglia, 82' Mihalic.

Note: al 67', espulsi Fenili e Saraceni (II) per reciproche scorrettezze. Al 77', Pastore ha fallito un calcio di rigore.

Spettatori: n.d.

L'arbitro Bruna ha avuto il torto di lasciar correre fin dal principio il gioco duro dei romani. Come conseguenza logica di questa larghezza di maniche, i napoletani hanno comincialo a ripagare di uguale moneta gli avversari ed in campo si sono dovuti registrare svariati incidenti, finché a metà della ripresa Bruna si decideva ad espellere Fenili e Saraceni. Il primo tempo, chiusosi alla pari, ha fatto rinsaldare negli azzurri laziali la speranza di uscire imbattuti dal campo napoletano e l'inizio della ripresa li ha visti battersi rabbiosamente all'attacco per espugnare la rete di Cavanna.

Un bel tiro di fortissimo, era arrestato col pugno da Pastore al 20'. Dopo un paio di falli lasciati correre, penalty e goal di Buscagiia al 21'. Al 26' nuovo fallo romano a qualche metro dall'area. Tira ancora Buscaglia la punizione, segnando il secondo punto. Al 32' Pastore sbaglia un penalty ed al 35' una veloce azione Saliustro-Mihalic offre l'opportunità al fiumano di battere per la terza volta Sclavi. Al 40' un goal, superbo di Perani era inesplicabilmente annullato.

Fonte: La Stampa

Una fase di gioco che vede Sbrana protagonista (per gentile concessione di Danilo Sbrana)