Domenica 9 maggio 1948 - Bari, stadio Comunale della Vittoria - Bari-Lazio 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

9 maggio 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1947/48 - XXXIV giornata

BARI: Costagliola, Pietrasanta, Pellicari, Lucchi, Carlini, Isetto, Hrotko, Maestrelli, Tontodonati, Tavellin, Orlando.

LAZIO: Gradella, Remondini, Piacentini, Alzani, Gualtieri, Ferri, Puccinelli, Magrini, Penzo (I), Cecconi, De Andreis. All. Tognotti.

Arbitro: sig. Massai di Pisa.

Marcatori: pt 38' Tavellin, st 35' Hrotko, 38' Remondini (rig).

Note: giornata calda, terreno buono. Calci d'angolo 1 per parte.

Spettatori: 20000.

Una splendida parata di Uber Gradella
9mag48b.jpg

Il Bari deve fare punti per salvarsi; la Lazio, per sua fortuna, non ha questi problemi. Ha vinto il Bari per la maggior motivazione. Il gioco oggi non contava per i biancorossi. Era necessario vincere con ogni maniera lecita e la chiave per aggiudicarsi i due punti è stato il ritorno in campo di Maestrelli, che ha dato ordine e geometria alle manovre del Bari. La vittoria è stata difficile perché la Lazio in difesa ha schierato uomini in ottima forma come Gradella, Piacentini e Remondini. Subito un goal nel primo tempo, passaggio di Carlini a Tontodonati che smistava a Tavellin pronto a tirare imparabilmente, la Lazio si è gettata all'attacco alla ricerca del pareggio. La situazione è però precipitata intorno alla mezz'ora, quando la squadra è rimasta in nove per l'infortunio di Gualtieri e l'espulsione di Puccinelli. Quest'ultimo è stato allontanato dal campo perché, dopo aver subito un fallo durissimo da Orlando, anch'esso espulso, ha reagito con un pugno. Al 35', su allungo di Lucchi, Hrotko avanza e segna con un bel tiro. Al 38' Cecconi, sfuggito a Carlini, viene atterrato in area e il susseguente rigore è trasformato da Remondini.

Alcune immagini