Domenica 9 ottobre 1932 - Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Bari 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

9 ottobre 1932 - 355. Campionato di Serie A 1932/33 - IV giornata - inizio ore 15,00

LAZIO: Sclavi, Mattei (II), Del Debbio, Serafini, Tonali, Fantoni (II), Guarisi, Fantoni (III), Fantoni (I), Buscaglia, De Maria. All. Sturmer.

BARI: Cubi, Antonelli, Perduca, Gay, Valenti, Paradiso, Massiglia, Rossini, Marchionneschi, Giuliani, Ferrero. All. Erbstein.

Arbitro: Sig. Bertoli di Vicenza.

Marcatori: -

Note:

Spettatori: n.d.


Il titolo del Littoriale
9ott32 b.jpg

Il Bari è il primo ad attaccare, con Massiglia che lancia Marchionneschi fermato da un attento Del Debbio prima e da Fantoni (III) poi. La risposta laziale non si fa attendere: al 4' Tonali passa a De Maria e la palla è deviata in corner. Il calcio d'angolo battuto da Fantoni (II) trova Serafini ma la difesa avversaria è attenta e respinge. Giuliani fa ripartire la propria squadra tentando di sorprendere Sclavi con due tiri dalla distanza; all'8' è la Lazio costretta a rifugiarsi in corner per una disattenzione di Tonali. Due minuti più tardi la situazione è ribaltata con Cubi, chiamato in causa dai Fantoni che costruiscono una bella azione di gioco. Al 13' parata di Sclavi su tiro di Giuliani, mentre al 14' e al 15' Fantoni (I) e Filò impegnano Cubi. Al 24' l'episodio clou dell'incontro: De Maria, su corta respinta di Cubi, insacca il pallone in rete ma l'arbitro Bertoli fischia per un discusso fuorigioco, non accorgendosi che Fantoni (I) è a terra ma fuori dal campo. Al 25' la Lazio ci riprova con Filò sulla fascia destra ma il portiere barese devia in angolo. Al 27' la prima iniziativa di Marchionneschi si risolve con un tiro sull'esterno della rete. Poi una serie di azioni d'attacco che mettono in risalto Del Debbio nella Lazio e Perduca nel Bari. Al 43' i biancorossi ci provano, prima con Marchionneschi e poi con Ferrero, ma Sclavi interviene sicuro. Sulla rimessa del portiere l'arbitro fischia l'intervallo. Alla ripresa è subito il Bari a farsi pericoloso: al 2' Sclavi para su Marchionneschi e al 4' si ripete su una punizione battuta da Gay per fallo di Del Debbio su Rossini. La Lazio si chiude in difesa per riprendere fiato ma lo schieramento tattico non è indovinato perché la mediana, poco esperta nel lavoro difensivo, è troppo arretrata e assiste poco la prima fila che al 9' sciupa con Fantoni (III) una ghiotta occasione da goal. Al 14' Marchionneschi approfitta del doppio errore di Mattei e Serafini per far partire un tiro che finisce a lato. E' l'ultima avanzata biancorossa prima del predominio laziale. Al 18' e al 21' Buscaglia e Fantoni (III) tentano di sorprendere Cubi. Al 28' angolo per il Bari ma il tiro di Ferrero non preoccupa Sclavi che para con facilità. Al 29' Fantoni (I) lancia Filò, marcato inesorabilmente da Perduca: sul tiro del laziale Cubi neutralizza. Al 38' altra pericolosa discesa di Filò che salta Paradiso ma non Perduca. La Lazio, slegata e disorganizzata, con Fantoni (III) uscito zoppicante da uno scontro con Paradiso e costretto a retrocedere all'ala destra, continua a premere con insistenza, non contenta del risultato. I tentativi però sono infruttuosi e alla fine deve arrendersi al pareggio.