Giovedì 25 agosto 1994 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Ajax Amsterdam 4-4 (12-13 d.c.r.)


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

25 agosto 1994 - Amichevole pre-campionato 1994/95

LAZIO: Marchegiani, Negro (85' Bacci), Favalli, Di Matteo, Chamot, Cravero (57' Bergodi), Rambaudi (57' Casiraghi), Venturin (85' De Sio), Boksic, Winter, Signori. All. Zeman.

AJAX AMSTERDAM: Van der Sar, Reiziger, Blind, Rijkaard, F.de Boer, R.de Boer (79' Kreek), Overmars, Davids (60' Seedorf), Kluivert (46' Kanu), Litmanen, Van Vossen (85' Van den Brom). All. Van Gaal.

Arbitro: Braschi.

Marcatori: 1' Davids, 30' Kluivert, 33' Kluivert, 47' Signori, 53' Venturin, 63' Favalli, 76' Signori, 87' Litmanen.

Note: espulsi Reiziger al 70' e Blind al 74'. Ammonito Favalli.

Spettatori: 15.000 circa.

Sequenza rigori : Van den Brom, Signori, Litmanen, Di Matteo, Overmars, Casiraghi, Rijkaard, Boksic, Van der Sar, Favalli, Kreek, Winter, Seedorf, Bergodi, F.de Boer, Bacci, Kanu (parato), Chamot (palo), Van den Brom, De Sio (palo).

La formazione biancoceleste: Rambaudi, Boksic, Negro, Di Matteo, Chamot, Marchegiani; Signori, Winter, Venturin, Cravero, Favalli
Un'altra foto della formazione
Un'altra foto della formazione

Spettacolo e grandi emozioni allo stadio Olimpico per il Trofeo "Samsonite", ultimo impegno pre-campionato della Lazio di Zeman. L'Ajax di Van Gaal scende in campo con tutti i suoi giovanissimi campioni a cominciare dalla sua ultima stella, il diciottenne attaccante Patrick Kluivert. E' un confronto affascinante tra due tecnici apostoli del gioco "a zona". Dopo trenta secondi i "lancieri" passano in vantaggio. Overmars si beve Favalli e mette in mezzo per Litmanen che smista rapido per Davids che da un passo mette dentro. A cavallo della mezz'ora, Kluivert mette a segno un uno-due micidiale prima di piede e poi di testa. Prima sguscia rapido tra Cravero e Chamot e fulmina in rete quindi con una zuccata porta a tre il vantaggio dei suoi. Nella ripresa la Lazio si scuote e già al 47' Signori, prossimo al rinnovo contrattuale, con una fulminea girata batte Van der Sar. Sei minuti più tardi un caparbio Boksic offre su un piatto d'argento un pallone che Venturin non può sbagliare. Lazio che sulle ali dell'entusiasmo mette alle corde gli olandesi. Winter cresce ai suoi migliori livellii e Casiraghi, appena entrato, mostra a tutti di essere in gran forma. Boksic tira fuori dal cilindro un'apertura fantastica che Favalli sfrutta da par suo con uno splendido pallonetto. Un fiscalissimo Braschi manda negli spogliatoi prima Reiziger e quindi Blind e a quel punto tutto sembra favorire i biancocelesti che agguantano il sorpasso con Signori che segna da campione su un pregevole assist di Casiraghi. Quando ormai il trofeo sembra già assegnato, Litmanen pareggia sfruttando un'amnesia dei difensori romani. Si passa così ai calci di rigore e dopo una serie interminabile due legni negano alla Lazio il successo.