Sabato 2 giugno 1973 - Hartford, Dillon Stadium - Stati Uniti-Lazio 1-4


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

2 giugno 1973 - Amichevole 1972/73 - Tournée in Stati Uniti e Canada

STATI UNITI: Messing, Vucovic, Arca, De Luca, Doque, Martinez, Niblac, Ivic, Grugurev, Ognajec, Liveric. A disposizione: Di Cicco (n. 12), Georges, Ambros, Ballarine, Francillo, McCully, Jungher. All. Steiner

LAZIO: Moriggi, Facco, Petrelli (Oddi dal 46'), Wilson, Polentes, Romanazzi (Moschino dal 46'), La Rosa (Cinquepalmi dal 58'), Re Cecconi (Nanni dall'80'), Chinaglia, Mazzola (II), Manservisi. A disposizione: Pulici, Lilla. All. Maestrelli.

Arbitro: Kantz

Marcatori: 25' La Rosa, 36' Chinaglia, 44' De Luca (rig.), 57' Manservisi, 69' Cinquepalmi.

Note: serata fresca, terreno scivoloso per la pioggia.

Spettatori: 4500 circa, quasi tutti italiani, per un incasso di circa 20 milioni.

Dillon Stadium
Dalla Gazzetta, la cronaca della gara
Il tabellino sulle pagine del Corriere dello Sport

La Lazio, dopo essere partita a tavoletta, rischiava di subire il goal da parte del centravanti Grugurev che svirgolava la conclusione da posizione favorevole. Due minuti dopo Moriggi parava un tiraccio di Ivic. La prima minaccia seria alla porta americana la portava Chinaglia al 9', che però mancava l'angolazione. Al 25' la palla passava da Mazzola a Chinaglia e da questi a Petrelli, largo sulla sinistra; cross a rientrare del terzino e botta conclusiva di La Rosa. Un goal bellissimo che provocava gli applausi dei 4000 italiani presenti che già si erano commossi durante l'inno nazionale. Al 33' Chinaglia smarcava di tacco Petrelli, il cui tiro veniva neutralizzato dal portiere americano. Al 36' prodezza di Chinaglia: smorzava di petto un lancio di Re Cecconi, si girava e, prima che il pallone toccasse terra, folgorava al volo Messing. Il goal è sicuramente dedicato a Valcareggi, che non ha ritenuto di mettere a frutto in Nazionale il momento di splendida forma del centravanti laziale. Al 44', su rigore completamente inventato dall'arbitro, gli Stati Uniti riducevano le distanze con De Luca. Al 12' della ripresa Manservisi marcava il terzo goal, segnando alla sua maniera, ovverossia bruciando sullo scatto l'avversario dopo aver raccolto un'astuta punizione di Moschino. Al 24' ancora uno scatenato Long John si catapultava su uno splendido invito di Mazzola; prima di scontrarsi con il portiere riusciva a servire la palla a Cinquepalmi che metteva in rete a porta vuota. Altre occasioni le aveva la Lazio con Chinaglia che coglieva il palo e ancora con Manservisi e Cinquepalmi e anche con Moschino che, all'inizio della partita, aveva annunciato il suo abbandono al calcio.