Domenica 17 novembre 2002 - Como, stadio Giuseppe Sinigaglia - Como-Lazio 1-3


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

17 novembre 2002 - 3014 - Campionato di Serie A 2002/03 - X giornata

COMO: Ferron, Gregori, Padalino, Brevi, Stellini, Corrent, Allegretti, Cauet (61' Rossi), Music (72' Benin), Godeas, De Cesare (61' Bjelanovic). A disposizione: Brunner, Juarez, Tomas, Serna. Allenatore: Dominissini.

LAZIO: Peruzzi, Stam (46' Pancaro), Negro, Mihajlovic, Favalli, Fiore (90' Baggio), Simeone, Stankovic, Cesar, Corradi (84' S.Inzaghi), Lopez. A disposizione: Concetti, Couto, Castroman, Chiesa. Allenatore: Mancini.

Arbitro: Sig. Tombolini (Ancona).

Marcatori: 18' Simeone, 37' Corrent, 56' C.Lopez, 63' C.Lopez.

Note: ammoniti Corrent per gioco scorretto. Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Spettatori: paganti 2.170 per un incasso di € 49.788,80, abbonati 4.838 per una quota di € 84.211,18.


La rete di Diego Pablo Simeone

La Gazzetta dello sport titola: "Lazio, doppio colpo".

Continua la "rosea": Sbanca anche Como e Gheddafi jr. pensa di comprare la società.

La Lazio conquista, divertendo ed esprimendosi con forza, la quinta vittoria consecutiva in trasferta battendo il Como che, seppur ultimo in classifica, non aveva mai perso finora tra le mura amiche. La Lazio propone delle ottime azioni grazie a Cesar, Simeone, Stankovic e Corradi, con Claudio Lopez protagonista e con il solo Fiore apparso un po' sottotono. La gara inizia subito bene per i biancocelesti: al 17' Corradi colpisce una traversa dopo un cross di Cesar ed un minuto dopo Simeone, dopo un corner battuto da Mihajlovic, insacca a rete. I locali provano a reagire e Godeas, dopo un pasticcio di Stam, si ritrova solo davanti a Peruzzi sbagliando però la conclusione a rete.

Passato il pericolo, la Lazio sfiora per ben due volte il raddoppio, prima con un sinistro debole di Corradi, poi con il solito Claudio Lopez che, al 27', colpisce il palo su assist di Fiore. Ma il Como trova un sussulto pochi minuti dopo: Corrent, al 37', avanzando senza opposizione, scaglia un potente sinistro dalla distanza che s'insacca alla destra di Peruzzi. Nella ripresa Mancini sostituisce Stam con Pancaro e pochi minuti dopo la Lazio ritorna in vantaggio grazie ad una bellissima azione: dalla propria metà campo Simeone effettua un lancio lungo che raggiunge Claudio Lopez, con l'argentino che semina Stellini sullo scatto e, con un preciso tocco di pallonetto, batte il portiere lariano.

Pochi minuti dopo la terza rete biancoceleste con un'altra bella azione: Corradi serve Cesar che, appena entrato in area, effettua un assist all'indietro per il solito Claudio Lopez il quale, con un potente sinistro, batte ancora Ferron. Il Como prova a riprendersi e Godeas spreca un'occasione con un tiraccio; di contro la Lazio spreca almeno tre occasioni per arrotondare ulteriormente il risultato. Nel finale di gara l'arbitro annulla una rete ai lariani. Al fischio finale del direttore di gara si deve però registrare la contestazione dei tifosi locali nei confronti dei propri beniamini. Incombe intanto l'ombra della crisi finanziaria sulla Società ed alcune voci riportano un interessamento del figlio di Gheddafi alle vicende biancocelesti.