Domenica 26 febbraio 1967 - Roma,stadio Olimpico - Lazio-Milan 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

26 febbraio 1967 - 22 - Campionato di Serie A 1966/67 - XXII^ giornata

LAZIO: Cei, Maggioni, Adorni, Carosi, Pagni, Anzuini, D'Amato, Marchesi, Bartu, Burlando, Morrone. All. Neri .

MILAN: Barluzzi, Anquilletti, Santin, Trapattoni, Rosato, Schnellinger, Lodetti, Rivera, Sormani, Maddè, Amarildo. All. Silvestri.

Arbitro: Sig. Francescon (Padova).

Note: temperatura mite con vento leggero; terreno in buone condizioni. In tribuna la nazionale di calcio dell' U.R.S.S. Ammoniti: Carosi, Maddè e Amarildo. Numerosi tifosi del Milan al seguito giunti a Roma con un treno speciale.

Spettatori: 45.000 circa con 20.500 paganti e 6.000 abbonati per un incasso di £. 24.600.000.

Vigilia tormentata quella che precede l'incontro con il Milan all'Olimpico. Neri deve rinunciare agli indisponibili Mari, Dotti, Bagatti e Dolso recuperando all'ultimo Carosi afflitto in settimana da un risentimento inguinale. Tornano in squadra Anzuini e Bartu al quale il tecnico affida una posizione di sostegno al fianco di D'Amato unica punta. Il Milan è annunciato in gran forma a seguito di due successi con Napoli e Cagliari che l'hanno rilanciato in classifica. Al 3' prima emozione. Amarildo entra in area e Adorni lo ferma con decisione: il brasiliano vola a terra sollevando più di un dubbio tra i cronisti in tribuna. Al 20' incursione di Rivera, finta di Sormani e tiro di Lodetti abbondantemente fuori. D'Amato cerca qualche spunto personale che la retroguardia rossonera riesce a tamponare. In chiusura di tempo una punizione di Rivera viene fermata da Pagni e poi Bartu in un buon contropiede spreca negli ultimi metri della sua corsa. Nella ripresa il gioco diventa più equilibrato. Al 50' D'Amato fa fuori Schnellinger e Rosato sparando poi alto sulla traversa. Due minuti dopo splendido intervento di Cei su tiro al volo di Lodetti. Rispondono i biancocelesti al 57' con un tiro dell'intraprendente D'Amato che sibila a fil di palo. Milan di nuovo in avanti con un'intesa Amarildo-Sormani che Pagni spezza con bravura. Al 65' ancora Cei protagonista. Punizione di Rivera deviata in maniera perfida da Sormani e il portiere con un gran tuffo alza la sfera sopra la traversa. Altra occasione per i rossoneri al 73'. Traversone di Amarildo raccolto da Lodetti che appoggia su Rosato che spara a rete: Burlando tocca e Cei vola come un gatto inchiodando il pallone proprio sulla linea. Il guardalinee mima alcuni passi verso il centrocampo mentre l'arbitro non ha dubbi e lascia proseguire il gioco. Nessun sussulto poi sino alla fine per un giusto pareggio che conferma ancora una volta come la Lazio con le grandi riesca sempre a fare una buona figura sul campo amico.

La classifica: Inter (p.35), Juventus (p.32), Cagliari e Napoli (p.29), Fiorentina (p.27), Bologna (p.25), Milan (p.24), Roma e Mantova (p.23), Torino (p.22), Atalanta (p.21), Brescia (p.20), Lazio (p.18), L.R.Vicenza (p.17), S.P.A.L. (p.16), Venezia (p.13), Foggia e Lecco (p.10).





Torna ad inizio pagina