Domenica 28 marzo 1971 - Napoli, stadio San Paolo - Napoli-Lazio 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

28 marzo 1971 - 1677 - Campionato di Serie A 1970/71 - XXIII giornata - calcio d'inizio ore 14.30

NAPOLI: Zoff, Monticolo, Pogliana, Zurlini, Panzanato, Ripari, Sormani, Juliano, Umile, Ghio, Improta. A disp.: Trevisan, Abbondanza. All. Chiappella.

LAZIO: Di Vincenzo, Legnaro, Facco, Fortunato, Papadopulo, Wilson, Tomy, Massa, Chinaglia, Mazzola (II), Dolso (67' Manservisi). A disp.: Moriggi. All. Lorenzo.

Arbitro: Picasso (Chiavari).

Marcatori: 22' Sormani, 33' Umile.

Note: cielo parzialmente coperto, temperatura mite, leggero vento di traverso; terreno in discrete condizioni. Calci d'angolo: 4 - 4. Cinquemila tifosi al seguito della Lazio.

Spettatori: 46.224 dei quali 13.655 paganti (32.669 abbonati) per un incasso di £. 25.862.400.

Il goal di Sormani
(Gen.conc. Francesco Di Salvo)
La rete di Umile
Duello fra Tomy e Zurlini

Napoli terzo in classifica, ma reduce da una dolorosa sconfitta a Milano contro la lanciatissima Inter, Lazio che proviene da tre risultati positivi e vogliosa di continuare a far punti nella corsa verso la salvezza. Parte benissimo la squadra capitolina con un gioco fluido e piacevole. Nei primi venti minuti quattro conclusioni dei biancocelesti contro nessuna dei napoletani. Inizia Chinaglia all'ottavo con un violento tiro fuori e poi Zoff deve bloccare una girata al volo di Dolso.

Al 16' giunge l'occasione più favorevole quando Mazzola (II) fa il vuoto sulla destra e serve al centro un pallone radente che Tomy in spaccata fa sibilare a fil di traversa. Due minuti più tardi è Chinaglia a far venire i brividi al pubblico di casa con un gran destro dal limite fuori di un soffio. Al 22', di colpo, la gara cambia indirizzo. Per una punizione dal limite, Juliano tocca a Sormani che colpisce di collo pieno indovinando l'angolo alto alla destra di un incolpevole Di Vincenzo. Al 33' raddoppio degli azzurri. L'ex Ghio, liberatosi con eleganza prima del suo controllore Legnaro e quindi di Mazzola (II), crossa al centro scavalcando un incerto Papadopulo.

La palla giunge al solitario Umile che scaraventa in rete prendendo lo stesso angolo colto dieci minuti prima da Sormani. Il Napoli gioca ora sul velluto e la Lazio è scossa dalla piega che ha preso l'incontro. Il primo tempo si chiude con Di Vincenzo che, in uscita disperata, tampona un'azione irresistibile di Improta. Nella ripresa accade ben poco. Zoff sbriga la normale amministrazione ed opera due facili parate su conclusioni di Facco e Fortunato. Anche Chinaglia ci prova, ma senza fortuna, con un destro alto sopra la trasversale. L'ultima occasione, quella almeno per salvare l'onore, capita a Wilson negli ultimi minuti. Su punizione tagliata di Mazzola (II), Zoff respinge con difficoltà e Wilson può battere a rete verso la porta sguarnita ma, sulla traiettoria del tiro, il corpo di Massa fa impennare la palla sopra la traversa.

Ancora una giornata sfortunata per la Lazio dove si segnalano un Mazzola (II) che sta tornando su ottimi livelli, un Chinaglia voglioso ed un Wilson sempre all'altezza della situazione. Grigia la prestazione di Facco e Papadopulo che tanto hanno penato nella marcatura di Umile e Sormani. Negativa la prova di Massa che sembra la brutta copia di quello del girone d'andata.