Domenica 7 marzo 1976 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Juventus 1-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

1881. Campionato di Serie A 1975/76 - XX giornata

LAZIO: Pulici F., Ammoniaci, Petrelli, Wilson, Ghedin, Martini, Garlaschelli, Manfredonia (63' D'Amico), Chinaglia, Lopez, Badiani (I). (12 Moriggi, 14 Ferrari G.C.) All. Maestrelli.

JUVENTUS: Zoff, Gentile, Tardelli, Cuccureddu, Spinosi, Scirea, Damiani, Causio, Anastasi (46' Gori S.), Capello, Bettega. (12 Alessandrelli, 14 Altafini). All. Parola.

Arbitro: sig. Panzino F. (Catanzaro).

Marcatori: 10' Gentile (aut), 37' Bettega, 50' Petrelli (aut).

Note: giornata di sole, temperatura rigida, terreno in buone condizioni. Ammonito Spinosi. Angoli 8-5 per la Juventus.

Spettatori: 55.000 di cui 26.804 paganti e 17.668 abbonati per un incasso di £ 107.028.400.

Bettega marcato da Manfredonia
La rete di Bettega
Il biglietto della gara
Garlaschelli in area bianconera
La panchina della Lazio

Fa tristezza aver visto oggi la gara che opponeva i biancazzurri ai bianconeri ripensando che fino all'anno scorso e per tre campionati è stata la partita regina per la lotta al tricolore. Oggi è rimasta solo la Juventus al vertice mentre la Lazio è piombata in piena bagarre per non retrocedere e la sconfitta di oggi non l'aiuta di certo a risollevare le sorti di un campionato difficile. C'è da dire che oggi ha fatto tutto la squadra piemontese, e alla fine ha meritato la vittoria. Maestrelli ha dato fiducia al giovane Manfredonia e al più esperto Lopez per rafforzare il centrocampo. Petrelli è stato schierato a sorpresa mentre Brignani e Polentes sono andati in tribuna. Nella Juventus rientrava Spinosi dopo 3 mesi di assenza. Parte forte la Lazio che ha due grosse occasioni all' 8' con Badiani che a tu per tu con Zoff si vedere ribattere il tiro due volte e al 9' con Lopez che solo davanti al portiere gli sparava addosso la palla. Un minuto dopo il vantaggio biancazzurro grazie a Lopez che tira (non con convinzione e fiaccamente), la palla carambola su Gentile e spiazza Zoff. La Lazio a questo punto si è chiusa a difesa del vantaggio e la Juventus ha avanzato il proprio raggio d'azione. Al 37' gli sforzi profusi dai bianconeri, hanno avuto il loro premio con il pareggio di Bettega. C'è da dire che Pulici aveva salvato il risultato già in diverse occasioni. La ripresa inizia con l'autorete di Petrelli dopo cinque minuti di gioco. I piemontesi comandano la gara e arginano gli attacchi della Lazio con facilità. Al 78° grossa occasione per D'Amico di testa, ma Zoff si supera e sventa il pericolo, cosi come pochi minuti dopo para di piede una punizione di Chinaglia. A due minuti dalla fine è Pulici a negare la rete a Gori ben servito da Bettega. Forse un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma la Juventus non ha rubato nulla. Per la Lazio c'è ancora tempo per rimediare, ma non è infinito purtroppo.