Domenica 8 settembre 1963 - Cagliari, stadio Amsicora - Cagliari-Lazio 1-0


Coppa Italia 1963/64 - Primo turno.

CAGLIARI: Colombo, Martiradonna, Spinosi (I), Mazzucchi, Vescovi, Longo, Torriglia, Greatti, Cappellaro, Rizzo, Riva (46' Congiu). All. Silvestri (in panchina Tognon).

LAZIO: Recchia, Zanetti, Rambotti, Pagni, Garbuglia, Gasperi, Mari, Mazzia, Pinna (46' D'Amato), Morrone, Meregalli. All . Lorenzo (in panchina Gualtieri).

Arbitro: Cirone (Palermo).

Marcatori: 28' Torriglia.

NOTE: fortissimo vento di maestrale. Ammoniti : Spinosi (I), Mazzucchi e Garbuglia. Calci d'angolo . 6 - 3 ( 4 - 2 ) a favore della Lazio. Esordio in una competizione ufficiale con la maglia della Lazio per Recchia, Meregalli, Mazzia, Mari, Rambotti, Pinna, e D'Amato.

Spettatori: 10.000 circa .

Da "L'Unità"
Da "L'Unità"

Lazio priva di quattro pedine (Cei, Maraschi, Giacomini e Governato), Cagliari al gran completo dopo aver risolto tutti i problemi legati ai contratti. Assenti in panchina i due allenatori delle squadre. Silvestri è malato, Lorenzo è a Livorno per spiare la Fiorentina prossima avversaria al debutto in Campionato. Primo tiro a rete di Cappellaro al 3' : Recchia sicuro in presa. Risponde Zanetti con una punizione fuori bersaglio. Al 9' Riva riceve da Greatti e il suo pallonetto esce di poco fuori. Due minuti e grande parata di Recchia su staffilata di Greatti. Segue una prolungata azione di Morrone su cui interviene in extremis Mazzucchi. I sardi stringono i tempi e il portiere biancoceleste è impegnato prima con un'uscita su Cappellaro e quindi da una legnata dello stesso attaccante. Al 28' il risultato si sblocca. Prolungata azione rossoblu e cross al centro di Mazzucchi raccolto dalla testa di Torriglia che insacca con un tiro a mezz'altezza. Succede quasi nulla nell'ultimo quarto d'ora e Colombo deve intervenire solo su un calcio d'angolo battuto da Meregalli. Nella ripresa continua l'apatia delle due squadre per buoni venti minuti poi al 68' una violenta conclusione di Martiradonna impegna Recchia in un difficile intervento in tuffo. Quattro minuti dopo la scena si ripete con i medesimi protagonisti con il terzino che calcia addirittura da 40 metri. La Lazio prova nei minuti finali a riprendere il risultato. Tenta Pagni ma sballa la conclusione. Quindi è il turno di Mazzia che da pochi metri alza la mira. Si scoprono i romani e il Cagliari in contropiede sfiora il colpo del k.o. con Torriglia lanciato a rete da Cappellaro. All'ultimo secondo Colombo con uno strepitoso riflesso evita il pareggio su colpo a botta sicura da non più di quattro metri da parte di Pagni. Lazio fuori dalla Coppa Italia e a pochi gioni dall'inizio del Campionato i dubbi e le incertezze non mancano tra i tifosi biancocelesti.