Martedì 8 gennaio 2013 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Catania 3-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

8 gennaio 2013 - 3.502 - Coppa Italia 2012/13 - Quarti di finale - inizio ore 21.00

LAZIO: Bizzarri, Biava, Cana, Radu (86' Ciani), Cavanda (78' Brocchi), A. Gonzalez, Ledesma, Candreva (68' Konko), Lulic, Hernanes, Floccari. A disposizione: Carrizo, Strakosha, Scaloni, Diakite, Zauri, Rozzi, Kozak. Allenatore: Petkovic.

CATANIA: Frison, Bellusci, Legrottaglie, Rolin, Capuano (84' Ricchiuti), Izco, Lodi, Almiron, Gomez, Bergessio (83' Doukara), Barrientos (68' Castro). A disposizione: Andujar, Terracciano, Potenza, Augustyn, Marchese, Salifu, Paglialunga, Keko. Allenatore: Maran.

Arbitro: Sig. Celi (Bari) - Assistenti Sigg. Galloni e Musolino - Quarto uomo Sig. Russo.

Marcatori: 30' Radu, 61' Hernanes, 91' Hernanes.

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Bellusci, Bergessio, Barrientos e Brocchi. Angoli: 6-2 per la Lazio. Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Spettatori: 15.000 circa.

La formazione biancoceleste: Bizzarri, Radu, Floccari, Ledesma, Lulic, Cana; Hernanes, Biava, Cavanda, Gonzalez, Candreva
Il colpo di testa vincente di Stefan Radu che sblocca il risultato per il vantaggio biancoceleste
L'esultanza del difensore rumeno dopo la marcatura
Lorik Cana in azione di contrasto
Sergio Floccari
Luis Pedro Cavanda
Antonio Candreva
L'azione della terza rete biancoceleste
Hernanes e Sergio Floccari
Esultanza biancoceleste
Un'altra foto della formazione
Locandina TV dell'incontro
Il biglietto (alto) della gara
Il biglietto (stampa) della gara

I calciatori convocati per la partita odierna

La Gazzetta dello Sport titola: "Lazio-Catania 3-0 in Coppa. Si qualifica per la semifinale. La squadra di Petkovic centra il 13° risultato utile consecutivo, in Coppa Italia. Segna Radu al 30' del primo tempo, poi doppietta di Hernanes nel secondo. Catania sfortunato sottoporta: palo di Izco sullo 0-0. I biancocelesti affronteranno la vincente di Juventus-Milan".

Continua la "rosea": La Lazio ha fatto tredici. Battendo 3-0 il Catania nei quarti di Coppa Italia. Rete di Radu nel primo tempo e doppietta di Hernanes nel secondo. Diventano così, appunto, tredici i risultati utili per la squadra di Petkovic, che in semifinale affronterà la vincente di Juventus-Milan, in programma mercoledì sera a Torino. Lazio cinica, che ha rischiato all'inizio dei due tempi, assistita anche da un pizzico di fortuna quando Izco ha colpito il palo sullo 0-0, trovando poi sempre il bersaglio alla prima occasione creata. Ma Lazio compatta e in salute, col morale alto, capace di vincere pure con Klose e Mauri risparmiati, neanche in panchina. Il Catania si conferma frizzante, ma leggerino davanti, dove manca un goleador implacabile. La Lazio rischia subito, nel primo tempo sul destro violento di Izco da fuori area: palla che colpisce il palo alla sinistra di Bizzarri. Il Catania, in campo con tanti titolari, Maran limita al minimo il turn over, va dunque subito vicino al vantaggio. La Lazio, però, solida, compatta, carbura con il passare dei minuti. Non sarà brillante, ma non concede più nulla, e poi fa la partita. Il gol arriva di testa, grazie a Radu, che, appostato nell'area piccola, anticipa Izco su un angolo calciato da destra. La Lazio poi sfiora il raddoppio con l'unica punta, Floccari, il cui diagonale trova pronto alla replica Frison. All'intervallo Lazio avanti di un gol.

Il Catania parte meglio pure nella ripresa. Con l'interno destro appena alto di Almiron, l'argentino aveva cercato la conclusione ad effetto, una magia, fuori di un nulla. I rossazzurri insistono: bel sinistro, con grande facilità di calcio, di Bergessio, su assist di Gomez, bravissimo Bizzarri ad alzare sopra la traversa. Al 16' arriva però il raddoppio di Hernanes. Perché il Catania il gol lo sfiora, la Lazio lo trova, sempre al primo tentativo, come nei primi 45'. Stavolta con un tocco di destro, di giustezza e classe del Profeta, su assist da sinistra, dal fondo, di Floccari. Poi nel recupero il Profeta brasiliano segna ancora, ancora di classe, stavolta di sinistro. Lazio, l'ultima volta sconfitta proprio dal Catania, 0-4 vendicato stasera, che si gode il momento magico: la semifinale di Coppa Italia ne è lo specchio più brillante.


Il Corriere dello Sport titola: "Che Lazio! E' semifinale. Catania travolto 3-0. La squadra di Petkovic batte i siciliani grazie ai gol di Radu e la doppietta di un super Hernanes. I biancocelesti affronteranno la vincente tra Juventus e Milan".

Continua il quotidiano sportivo: La Lazio vola. Anche in Coppa Italia. E' un momento d'oro per la squadra di Petkovic che travolge 3-0 il Catania e approda in semifinale dove affronterà la vincente tra Juve e Milan. Successo costruito nel primo tempo con il gol di Radu e messo in cassaforte nella ripresa con la doppietta di un super Hernanes che ha dialogato alla perfezione con Floccari, autore di due assist e migliore in campo per qualità e quantità. Petkovic non si affida al consueto 4-1-4-1 ma punta sul 3-5-1-1: il turnover viene confermato dall'assenza di Klose, sotituito da Floccari. Davanti a Bizzarri ecco la difesa a 3 composta da Biava, Cana e Radu. Sugli esterni spazio a Cavanda e Lulic. Regia affidata a capitan Ledesma, "protetto" da Hernanes e Gonzalez ai suoi fianchi. Candreva torna all'antico e agisce da trequartista alle spalle dell'unica punta Floccari. Nel Catania Maran schiera la formazione titolare con l'unica eccezione di Capuano al posto di Marchese e Frison in porta al posto di Andujar. Rolin sostituisce l'acciaccato Spolli. La Lazio parte forte cercando di sfruttare subito la superiorità numerica a centrocampo. Dopo l'iniziale spavento (palo di Izco dopo 4 minuti) il Catania si spegne favorendo il gioco della squadra di Petkovic che comincia a farsi vedere al 10': Floccari, ideale per fare il terminale offensivo in una squadra con un folto centrocampo, pesca dalla sinistra il taglio dell'accorrente Candreva ma il destro di prima intenzione del centrocampista viene deviato da un attento Frison. La Lazio insiste e colpisce. E' il 29' quando, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, svetta di testa Radu che anticipa Bergessio e porta in vantaggio i suoi. La squadra di Maran cerca di reagire ma sono i biancocelesti a farsi di nuovo pericolosi con Floccari che sfrutta un rimpallo, entra in area, e lascia partire un destro potente ma centrale, respinto con i guanti da Frison.

Nella ripresa il Catania entra con un altro piglio: dopo appena un minuto è Almiron a spaventare la Lazio con un destro dal limite che finisce alto di poco. La squadra di Maran sembra aver alzato i ritmi ma al 50' sciupa una doppia occasione: Gomez serve Bergessio in area, l'attaccante controlla il pallone e calcia in porta ma [Bizzarri Albano Benjamin|Bizzarri]] è bravo a mettere in angolo. Sugli sviluppi del corner la difesa laziale si dimentica di marcare Capuano ma il colpo di testa dell'esterno non centra lo specchio della porta e va sul fondo. E' il chiaro segnale che per la squadra di Maran non è serata. Il breve momento di difficoltà della Lazio finisce subito e la squadra di Petkovic torna in pieno controllo del match. Al 60' i biancocelesti chiudono la partita: solita azione di Floccari che si allarga sulla fascia sinistra, salta un difensore e mette al centro il pallone per Hernanes che è bravo a beffare Frison con un tocco di precisione. Il Catania accusa il colpo ed è sempre il brasiliano, servito ancora da un ottimo Floccari, a firmare il tris superando con una finta di alta scuola il portiere catanese. E' un successo netto, pulito, che oltre a confermare il grande stato di forma della Lazio e la sua grande solidità, dimostra anche la sua superiorità su un Catania, poco incisivo e mai in partita.


Il Messaggero titola: "Lazio-Catania 3-0, Radu e doppio Hernanes: è semifinale".

Continua il quotidiano romano: La Lazio vince 3-0 contro il Catania e si qualifica alla semifinale. Gol di Radu e doppietta di Hernanes. Incontrerà la vincente tra Juve-Milan di domani sera. La Lazio fa 13 e conquista la semifinale di coppa Italia battendo il Catania per 3-0 grazie ai gol di Radu nel primo tempo e alla doppietta di Hernanes nella ripresa. Una vittoria importante, quella della formazione di Vladimir Petkovic che inanella il 13/o risultato utile consecutivo, una serie positiva nata dopo il 4-0 patito in campionato lo scorso 4 novembre proprio contro gli etnei. In semifinale i biancocelesti affronteranno la vincente di Juventus-Milan. La Lazio - seconda in campionato a cinque punti dalla capolista Juventus - si conferma squadra compatta e concreta che ha nell'Olimpico il suo fortino inespugnabile (solo il Genoa è riuscito a vincere in questa stagione) e festeggia nel modo migliore il 113/o compleanno della polisportiva che cade proprio domani. Il match di coppa Italia con il Catania ha il sapore della rivincita dopo il 4-0 in campionato di novembre. E la vendetta laziale si consuma in una fredda serata di gennaio. Petkovic lascia a riposo Klose e Mauri con Bizzarri tra i pali e affidandosi al solito 4-1-4-1 con Floccari al centro dell'attacco. Maran si affida all'abituale 4-3-3 con il tridente Gomez-Bergessio-Barrientos.

La Lazio si rende pericolosa già dopo nemmeno due minuti: Cavanda se ne va sulla destra, crossando per il centro dell'area dove però Floccari non riesce a sfruttare l'occasione. Al 6' il Catania risponde con una bella conclusione di Izco che colpisce il palo. La Lazio domina a centrocampo e con un pressing asfissiante impedisce al Catania di ragionare. Il vantaggio biancoceleste arriva alla mezzora sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dalla destra da Candreva: Radu è il più lesto di tutti e di testa batte Frison per l'1-0. Il Catania ha non poche difficoltà a costruire gioco. Al 40' i padroni di casa sfiorano il raddoppio con Floccari la cui conclusione di destro trova attento Frison che respinge. Un minuto dopo gli etnei si rendono pericolosi con Bergessio la cui conclusione finisce di poco a lato. La ripresa si apre nel segno del Catania, più pimpante rispetto alla prima frazione di gioco. Maran alza il baricentro del gioco e gli etnei si rendono pericolosi in un paio di occasioni: al 2' con Almiron, la cui conclusione dal limite è di poco alta e poi al 5' con Bergessio servito da Gomez con il provvidenziale intervento in angolo di Bizzarri. La Lazio soffre un po' le folate degli etnei ma riesce a trovare il gol del 2-0 al 16' grazie ad una bella azione di Floccari che crossa per il centro dell'area servendo Hernanes con con un tocco morbido batte Frison. Il Catania prova comunque a rendersi pericoloso. La Lazio controlla e nel finale arrotonda il risultato grazie al gol di Hernanes che finalizza un'altra bella azione di Floccari per il gol del 3-0 e porta a casa la vittoria che vale la semifinale di coppa Italia.


La Repubblica titola: "Coppa Italia, Lazio-Catania 3-0: Radu e Hernanes portano Petkovic in semifinale. I biancocelesti si impongono contro gli etnei nel primo quarto di finale centrando il 13° risultato utile consecutivo (tra tutte le competizioni). Prima il difensore sblocca il risultato, poi il "Profeta" segna due volte su assist di Floccari. Serata sottotono per gli uomini di Maran".

L'articolo così prosegue: La Lazio fa tredici e centra la semifinale di Coppa Italia, battendo 3-0 il Catania e vendicando la sconfitta del Massimino. Contro gli etnei, infatti, era arrivato l'ultimo ko biancoceleste in campionato (un sonoro 4-0 rimediato a novembre). Musica diversa questa sera all'Olimpico. La squadra di Petkovic impiega cinque minuti, dopo il brivido per un palo di Izco, per prendere il controllo delle operazioni. E passa alla mezz'ora con un colpo di testa di Radu su calcio d'angolo. Poi si limita a controllare la situazione assestando il colpo del ko nel momento migliore degli ospiti (al 60') con Hernanes che è bravo a ripetersi oltre il 90' valorizzando l'ennesimo suggerimento dell'altruista Floccari. Petkovic aveva chiesto ai suoi una prova da grande per non fallire il primo tassello importante verso uno degli obiettivi stagionali. Per questo la rotazione annunciata alla vigilia è al minimo. Mancano Klose e Mauri, neanche in panchina. Ma nell'undici iniziale si fanno sentire in regia Ledesma e Candreva, mentre Floccari in avanti mostra subito di non voler fallire l'occasione che il suo tecnico gli regala. La prima chance però capita al Catania: tiro secco di Izco dal limite che al 5' centra il palo a Bizzarri battuto. E' un campanello d'allarme che i biancocelesti non sottovalutano. Anche perché da quel momento gli etnei spariscono fino all'intervallo, complice la serata sottotono delle due menti della squadra di Maran: Lodi e Almiron mai ispirati. A sbloccare la partita è però un difensore, Radu, sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Precisa al 30' la sua torsione nel deviare in rete il corner di Candreva. Il Catania accusa il colpo e gli uomini di Petkovic insistono con Floccari che scalda ancora le mani a Frison.

I primi minuti della ripresa hanno il marchio dei siciliani che sembrano in grado di reagire. La palla buona capita al 50' a Bergessio che, servito in ara da Gomez, calcia forte ma esalta il riflesso di Bizzarri. Anche questo squillo si ritorce contro gli ospiti. Gli uomini di Petkovic ricominciano a macinare gioco e spengono le speranze di rimonta di Maran dieci minuti dopo. Floccari ritrova progressione e forza sulla sinistra. Il rasoterra al centro è un assist che Hernanes non può sprecare: tocco delicato di punta verso la porta e Frison è battuto di nuovo. Il resto della ripresa di consuma tra eccessi nervosi di alcuni protagonisti, Radu e Barrientos su tutti, e una girandola di cambi. Non succede più nulla fino al primo minuto di recupero. La coppia di protagonisti è sempre la stessa: Floccari inventa una palla filtrante su sui si avventa "il Profeta": finta splendida e conclusione da un metro che non lascia scampo a Frison. Cinica e concreta la Lazio si dimostra protagonista autorevole anche in Coppa Italia. La vincente tra Juve e Milan è avvisata.


Tratte dal Corriere dello Sport, alcune dichiarazioni post-gare:

Petkovic non si ferma più. Il tecnico biancoceleste si gode la vittoria in coppa Italia contro il Catania che porta la Lazio in semifinale e già pensa di nuovo al campionato. "All'inizio abbiamo faticato un po' - dice il tecnico biancoceleste alla Rai - poi siamo cresciuti e abbiamo meritato questa vittoria. Nella ripresa siamo andati meglio. Floccari ha fatto una grande gara. Hernanes all'inizio ha accusato un po' di stanchezza, ma nel secondo tempo è stato micidiale. Juve o Milan? Non ci penso ora, penso solo all'Atalanta. Abbiamo due settimane per preparare la sfida di Coppa Italia. La cosa più importante ora è riposare e pensare al campionato".

Dalla Gazzetta dello Sport:

"Meglio Milan o Juventus in semifinale? È lo stesso, noi abbiamo vinto e siamo soddisfatti, questo è l'importante. Ora abbiamo un paio di settimane per preparare la semifinale di coppa, ma prima dobbiamo riposare e affrontare bene l'Atalanta in campionato". L'allenatore della Lazio, Vladimir Petkovic, è decisamente soddisfatto per la netta vittoria della Lazio contro il Catania nei quarti di finale di Coppa Italia, ma non esprime preferenze sul prossimo avversario, che verrà deciso dalla sfida tra Juventus e Milan in programma domani sera a Torino. "Stasera abbiamo meritato la vittoria - ha osservato Petkovic ai microfoni della Rai -, nel primo tempo abbiamo un po' faticato, ma poi abbiamo preso in mano il gioco e segnato altri due gol, con merito. La doppietta di Hernanes? Nelle ultime gare del 2012 era un po' stanco, anche oggi ha avuto qualche problema ad entrare in partita, ma nel secondo tempo ha giocato più vicino alla porta, si è inserito meglio in area ed è stato devastante. Anche Floccari ha giocato una bellissima partita, sfruttando al meglio l'occasione avuta".



Galleria di immagini sulle reti della gara
Stefan Radu sblocca il risultato
Il raddoppio di Hernanes
La terza rete di Hernanes




► Per questa partita il Mister biancoceleste Vladimir Petkovic ha convocato i seguenti calciatori:

(*) esclusi poi dalla convocazione per problemi fisici


<< Turno precedente Turno successivo >> Torna alla Stagione Torna ad inizio pagina