Domenica 25 novembre 1923 - Roma, campo della Rondinella - Lazio-Tivoli 4-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

25 novembre 1923 - Campionato Nazionale Divisione Sud Girone Laziale - VII giornata

LAZIO: Sclavi, Saraceni (I), Dosio, Nesi, Parboni, Orazi (I), Fraschetti, Filippi, Bernardini, Maneschi, Saraceni (II).

TIVOLI: Ballante, Tisei, Berti (I), Galli, Floritta, Berti (II), Benedetti, Garofoli, Scioscia, Calvi, Teodori.

Arbitro: sig. Caroncino (Roma).

Marcatori: nel secondo tempo 15' Scioscia, 24' Bernardini, 28' Fraschetti, 31' Fraschetti, 43' Filippi.

Note: giornata variabile. Espulso al 33' del secondo tempo Galli.

Spettatori: pubblico discreto.


La cronaca della gara sulle pagine de "Il Calcio"
(per gentile concessione di www.magliarossonera.it)
Il Messaggero riporta i convocati per la partita

Nessuno avrebbe pensato che, dopo il primo tempo terminato 0-0, la partita si sarebbe accesa così violentemente nella ripresa. La Lazio ha vinto meritatamente, ma il punteggio è troppo severo per la Tivoli. Nel primo tempo i tiburtini hanno giocato addirittura meglio degli abulici giocatori in casacca biancoceleste, anche se i pericoli per i due portieri sono stati scarsi. La Tivoli è apparso scollegato tra prima e seconda linea, mentre la Lazio, pur mantenendo maggiormente il pallone, non riusciva a dare consistenza alla manovra. L'inizio della ripresa vede il Tivoli buttarsi all'attacco con forza e al 15' Scioscia, partito in dribbling, dopo aver superato i centrocampisti, supera di slancio l'ultimo baluardo difensivo romano, Nesi, e fulmina con un forte tiro Sclavi. Il goal è come una frustata per la Lazio: al 24' Bernardini supera Berti (I) e scarica un destro di rara potenza verso l'angolo più lontano da Ballante. Quattro minuti dopo quest'ultimo giocherella con il pallone e Fraschetti glielo toglie d'astuzia e segna a porta vuota. Al 31' Fraschetti riceve uno dei soliti precisi cross di Saraceni (II) e mette in rete. Subito dopo Caroncino espelle Galli. Al 43', con gli amaranto sbilanciati, Filippi s'impossessa della sfera e batte per la quarta volta Ballante. Proprio allo scadere Sclavi compie una difficile parata su tiro di Floritta.


Dalla rivista "Il Calcio":

Lazio batte Tivoli 4 a 1.

Dopo un inizio brillante e combattuto, la partita si atrofizzò in sconclusionate azioni individuali ed in inutili falli. Per tutto il primo tempo infatti le squadre giuocarono con brio e cavalleria, spostando con folate velocissime il giuoco da un campo all'altro. E' in questo primo tempo che risaltarono i pregi e i difetti delle due squadre. Tra le fila amaranto si distinsero Floritta, Scioscia e Calvi, mentre in difesa il solo Tisei seppe non venir meno alla propria fama. Manca però alla squadra amaranto, l'accordo tra avanti e mediani, causa questa della grave sconfitta odierna. Gli azzurri, pur vincendo con uno scoore rimarchevole non dimostrarono di essere in buona gioranta. Troppe facili occasioni sciuparono e troppa indecisione vi fu tra gli avanti laziali. I punti vennero segnati tutti nel secondo tempo da Scioscia per il Tivoli, e da Bernardini, Filippi e Fraschetti II, per la Lazio. Le squadre si presentarono nella seguente formazione:

LAZIO: - Sclavi, Saraceni I, Dosio, Nesi, Parboni, Orazi I, Fraschetti, Filippi, Bernardini, Maneschi, Saraceni II.

TIVOLI: - Ballante, Tisei, Berti I, Galli, Floritta, Berti II, Benedetti, Garofoli, Scioscia, Calvi, Teodori.




<< Turno precedente Turno successivo >> Torna alla Stagione Torna ad inizio pagina