Il Calciomercato 1968


Stagione

26lug68.jpg
Ferruccio Mazzola il giorno del suo arrivo a Roma
Mercato 1968.jpg
Acquisti 1968.jpg
Il presidente Lenzini con tre nuovi acquisti: da sin. Martella, Ghio, Fontana

La Lazio acquista Mazzola (II) (Inter), Facco (Inter), Ghio (Avellino), Rinero (dal Verona di proprietà della Juventus), Onor (Juventus), Leardi (Varese), Fioravanti (Juventus), Fontana (L'Aquila), Martella (Chieti), Dolza (Torino), Di Giovanni (Alessandria), Di Carlo (Pescara), Concari (Foligno), Anzuini (fine prestito Vicenza), Vuerich (fine prestito Pontedera) e cede Ronzon (Dilettanti), Mari (Sambenedettese), Pagni (Spal), Fava (Perugia), Carosi (Catania), Sassaroli (Messina), Bellisari (Messina), Gagliardi (Pistoiese), Castelletti (Massese), De Luca (Alessandria), Oddi (Sora). Viene aggregato in prima squadra il giovane Lorenzetti. Nel mercato autunnale vengono poi ceduti Gioia (Mantova), Masiello (Chieti), Dolza (Tempio) e Di Carlo.

Questi gli uomini della rosa che Lorenzo può gestire nella stagione: Di Vincenzo, Fioravanti, Leardi, Onor, Rinero, Zanetti, Facco, Adorni, Anzuini, Vuerich, Paparelli, Governato, Fontana, Soldo, Martella, Marchesi, Massa, Mazzola II, Ghio, Fortunato, Cucchi, Dolso, Di Pucchio, Marchetti, Morrone, Lorenzetti, Bagatti, Di Giovanni.

L'allenatore è ufficialmente Lovati perchè Juan Carlos Lorenzo, non ancora in possesso della cittadinanza italiana, è nominato "Consigliere del Presidente". Ottenuta la cittadinanza, potrà schierarsi in panchina solo a partire dal 30 marzo 1969 in Lazio-Mantova.

Da notare che la rosa della squadra è piuttosto ampia perchè proprio da questo Campionato fu data la possibilità alle Società di sostituire in campo, oltre al portiere, un altro giocatore.