Mercoledì 25 gennaio 1961 - Milano, stadio San Siro - Milan-Lazio 5-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

25 gennaio 1961 - Campionato di Serie A 1960/61 - XIV giornata

MILAN: Ghezzi, Noletti, Trebbi, David, Salvadore, Trapattoni, Vernazza, Liedholm, Altafini, Rivera, Maraschi. All. Todeschini. D.T. Viani.

LAZIO: Cei, Lo Buono, Eufemi, Carradori, Janich, Prini, Bizzarri, Franzini, Rozzoni, Morrone, Mattei. All. Flamini. D.T. Carver.

Arbitro: sig. Marchese di Napoli.

Marcatori: 37' Vernazza, 41' Rivera, 63' Vernazza, 66' David, 75' Prini (rig), 82' Maraschi.

Note: cielo coperto con un leggera foschia, terreno insidioso, temperatura non eccessivamente fredda. Al 27’ David è rimasto vittima di uno stiramento alla coscia per cui s’è schierato all’ala destra con Vernazza che scalava ad interno e Liedholm che retrocedeva in mediana. Ammoniti per proteste Lo Buono e Rivera. Calci d’angolo: 8-4 a favore del Milan.

Spettatori: 30.000 circa con 13.116 paganti per un incasso di £. 12.000.000.

La Gazzetta dello Sport titola: Allenamento a…S.Siro. Il risultato era più che scontato e si trattava di sapere il nome dei milanisti che avrebbero segnato. Nel recupero della partita dell'8 gennaio, sospesa per nebbia al 35', la Lazio soccombe nettamente al Milan che conferma di attraversare un momento ottimo di forma. I biancocelesti che hanno preparato il match in ritiro a Como, iniziano bene e al primo tentativo vanno vicini alla segnatura. E' Carradori a impegnare severamente Ghezzi con una potente conclusione da fuori area a seguito di una punizione toccata da Franzini. Al 7' ancora romani pericolosi con una stoccata di Franzini e poi a seguire due rapide incursioni di Mattei che Noletti fatica a contenere. Dopo un quarto d'ora soporifero il Milan comincia a ingranare. Al 17' Altafini liscia clamorosamente un pallone vagante in area quindi tre minuti più tardi Liedholm calcia da par suo non trovando di un soffio la marcatura. Maraschi al 24' dopo un rimpallo fortunoso evita Cei in uscita, ma Janich si sostuisce al suo portiere sulla linea di porta ad evitare la capitolazione. Al 27' David si fa male e i rossoneri devono ridisegnare il loro schieramento. Alla mezz'ora bel colpo di testa di Rozzoni e puntuale replica di Ghezzi. Al 37' giunge il vantaggio dei padroni di casa. Su angolo calciato da David svetta la testa di Vernazza che fa centro. La reazione laziale è flebile e al 41' il Milan raddoppia. Punizione per fallo di Eufemi calciata da David e pallone raccolto al volo da Rivera che fulmina in rete. Nella ripresa l'orgoglio dei romani caratterizza i primi minuti quindi al 51' Altafini fa il furbo in area senza però ingannare l'arbitro. La squadra di Carver s'impegna allo spasimo senza però cogliere risultati concreti. Vernazza va a segno di nuovo al 63' con una perentoria conclusione dopo un gran lancio di Altafini. Dopo un tentativo infruttuoso di Bizzarri (plastica parata di Ghezzi) ancora rossoneri a rete. E' il malconcio David che azzecca un rasoterra su cui Cei non è reattivo. La Lazio cerca almeno di salvare l'onore e dopo un clamoroso incrocio colto da Mattei va a segno su calcio di rigore assegnato per trattenuta di Ghezzi su Bizzarri. L'esecuzione di Prini è potente quanto precisa. A otto minuti dal termine quinto goal dei milanesi. Altafini lancia con precisione Maraschi che riceve e tira in corsa da posizione ideale.