Storia del Campionato di Serie A 1973/74


La Lazio Campione d'Italia 1973/74
Una coccarda sulla rosa biancoceleste 1973/74
Un articolo di giornale

Stagione

Storia del Campionato di Serie A 1972/73 - Storia del Campionato di Serie A 1974/75

Storia dei campionati


Il Campionato 1973/74 inizia il 7 ottobre 1973 e termina il 19 maggio 1974. La formula è sempre la stessa, con 16 squadre a contendersi lo Scudetto e 3 retrocessioni in Serie B. Favorite d'obbligo sono considerate le solite milanesi e torinesi, ma anche la Lazio gode di ottima stima anche se sono molti gli scettici sulla possibilità che i biancocelesti riescano a ripetere il meraviglioso torneo disputato l'anno precedente. Inoltre anche la giovane Fiorentina ed il Napoli, profondamente cambiato, aspirano al ruolo di protagoniste. Ed infatti sono proprio i viola ed i partenopei a partire meglio nella stagione e fino all'ottava giornata i campani restano in testa alla classifica seguiti da Juventus e Lazio la quale, dopo un avvio un po' incerto, inizia a macinare gioco e punti.

Proprio dopo lo scontro diretto vinto contro il Napoli, la Lazio prende la testa assieme ai bianconeri. L'antivigilia di Natale i biancazzurri sono in testa solitari e rafforzano il primato la domenica seguente battendo il Milan a tempo scaduto. Al ritmo della Lazio reggono solo la Juventus, il Napoli e l'Inter. Il girone di andata vede così i biancazzurri Campioni d'Inverno, ma la strada verso il titolo tricolore è comunque lunga e piena di insidie. A qualche passo falso, infatti, si alternano prestazioni straordinarie come la vittoria per 3-1 ottenuta a febbraio sulla Juventus diretta rivale alla corsa al titolo. Il Campionato si caratterizza inoltre per gli incidenti fuori e dentro gli stadi ad opera di teppisti che si scatenano con sassaiole o invasioni di campo.

Alla 23^ giornata si giocano i derbies di ritorno: la Lazio batte i giallorossi per 2-1 scatenando tumulti indescrivibili allo stadio mentre la Juventus non va oltre il pareggio con i cugini granata ed il divario tra le due duellanti diventa di 4 punti. Dopo un epico 3-3 conquistato a Napoli con una tripletta di Giorgio Chinaglia, i biancocelesti ottengono la vittoria contro Verona (per 4-2), strappano un punto a San Siro contro i rossoneri del Milan, battono per 1-0 il Genoa, escono immeritatamente battuti per 2-1 a Torino sponda granata ma, il 12 maggio 1974, battendo per 1-0 il Foggia, si laureano per la prima volta nella storia del sodalizio Campioni d'Italia.

Retrocedono in Serie B il Genoa, la Sampdoria ed il Foggia. I pugliesi ed il Verona, però, saranno successivamente retrocesse per illecito sportivo ed i blucerchiati vengono "ripescati". La Lega punirà infatti i foggiani con la penalizzazione di sei punti perché un suo tesserato aveva regalato all'arbitro Menicucci un prezioso orologio prima dell'ultima gara con il Milan. Il fatto, denunciato dal giudice di gara, viene ritenuto come un maldestro tentativo di corruzione. Il Verona riesce a salvarsi con un solo punto di vantaggio sul Foggia terzultimo in classifica ma un giornale napoletano lancia un sospetto su una telefonata che avrebbe coinvolto Garonzi, presidente degli scaligeri, e l'attaccante del Napoli Sergio Clerici, ex-gialloblù, alla vigilia di un caldissimo e decisivo Verona-Napoli, finito 1-0 per i veronesi.

Il contenuto della conversazione, da un iniziale scambio di saluti tra vecchi amici, si sarebbe poi spostato su una generica promessa del patron gialloblù di un interessamento per cercare di trovare all'attempato attaccante partenopeo un futuro extra-calcistico, promettendo una concessionaria FIAT a Sao Paulo. La cosa insospettì non poco la Caf che, dopo aver ascoltato gli interessati ed aver riscontrato delle contraddizioni nell'impianto difensivo dell'imputato principale (Garonzi, che prima negò poi confermò i fatti), decise di retrocedere i veneti all'ultimo posto della classifica. La Sampdoria, pur arrivata penultima, viene così ripescata e si ritrova a metà luglio di nuovo nella massima serie. Vengono promosse in Serie A la Ternana, l'Ascoli ed il Varese, mentre il Bologna vince la Coppa Italia.



La classifica e i dati dell'ultima giornata del torneo




Stagione << Storia del Campionato di Serie A 1972/73 Storia del Campionato di Serie A 1974/75 >> Storia dei campionati Torna ad inizio pagina