Domenica 14 ottobre 1979 - Ascoli, stadio Cino e Lillo Del Duca - Ascoli-Lazio 1-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

14 ottobre 1979 - 2014 - Campionato di Serie A 1979/80 - V giornata

ASCOLI: Pulici, Anzivino, Boldini, Perico, Gasparini, Scorsa, Torrisi (70' Pircher), Moro, Iorio, Scanziani, Bellotto. A disp.: Muraro, Castoldi. All. G.B. Fabbri.

LAZIO: Cacciatori, Tassotti, Citterio, Wilson, Manfredonia, Zucchini, Garlaschelli, Montesi, Giordano, D'Amico (33' Manzoni), Viola. A disp.: Avagliano, Pighin. All. Lovati.

Arbitro: Prati (Parma).

Marcatori: 9' Bellotto, 57' Giordano.

Note: ammoniti Tassotti, Manfredonia, Iorio e Pircher. Esordio in serie A per Mauro Manzoni classe 1958.

Spettatori: 20.301 per un incasso di £. 80.930.300 compresi i 33.705.200 per la quota degli 8.000 abbonati.

La rete di Bellotto
Il pareggio di Giordano
Manzoni contrastato da Scanziani
La cronaca della gara

Le previsioni della vigilia sono state rispettate. Lazio e Ascoli hanno concluso in parità la loro sfida. E' stato un pareggio che non rende pieno merito alla condotta dei bianconeri ascolani che hanno cercato con maggiore insistenza il successo pieno. Cacciatori ha dovuto lavorare molto più di Pulici ed anche la retroguardia laziale, rispetto a quella bianconera, è stata costretta allo straordinario. L'Ascoli ha avuto la gara in pugno dopo dieci minuti. Quando Bellotto, il «Filippi» di Fabbri, ha saettato dal limite cogliendo il bersaglio. I bianconeri non hanno saputo insistere sul vantaggio e hanno permesso alla Lazio di riordinare le proprie idee e organizzare la rimonta.

Ben orchestrata da Moro la manovra dei locali si è sviluppata per linee verticali. Dopo mezz'ora di gioco Lovati ha perduto D'Amico che stava giocando finalmente bene e sembrava animato da buone intenzioni. Lo ha sostituito con un esordiente, Mauro Manzoni, centrocampista di 21 anni. Il giovanotto non si è fatto prendere dall'emozione e ha disputato assai onorevolmente la sua prima gara in serie A. Nella ripresa l'Ascoli è stata padrona solo nei primissimi minuti poi l'iniziativa è passata nelle mani dei laziali ben sospinti da Viola e Montesi più che da Zucchini e Citterio. La prodezza di Giordano su calcio piazzato ha ristabilito le sorti. E il risultato non è più mutato, nonostante i ripetuti tentativi da una parte e dall'altra, nel finale.

Fonte: La Stampa