Domenica 9 aprile 1961 - Ferrara, stadio Comunale - Spal-Lazio 3-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

9 aprile 1961 - Campionato di Serie A 1960/61 - XXVII giornata

SPAL: Maietti, Rota, Bozzao, Scappi, Catalani, Riva, Bagatti, Massei, Taccola, Carpanesi, Novelli. All. Ferrero.

LAZIO: Pezzullo, Molino, Del Gratta, Carradori, Napoleoni, Carosi, Mariani, Rozzoni, Prini, Morrone, Bizzarri. All. Flamini. D.T. Carver.

Arbitro: sig. Righi (Milano).

Marcatori: 3' Massei, 54' Bagatti, 62' Massei, 68' Morrone, 90' Bizzarri.

Note: tempo bello, terreno buono. Calci d'angolo: 8-4 (3-1) a favore della Lazio.

Spettatori: 10.000 circa.

A otto giornate dal termine del campionato, la Lazio cerca i due punti a Ferrara per cullare ancora il sogno della salvezza. La squadra, tonificata dal successo a San Siro con l'Inter in Coppa Italia a metà settimana, prepara nella quiete di Casalecchio l'impegno con la S.P.A.L. che in classifica non è in posizione tranquilla. Carver deve rinunciare ancora all'infortunato Janich ma anche allo squalificato Eufemi; rientrano Del Gratta , Bizzarri e Rozzoni. Le cose si mettono subito male per i romani che già al 3' vanno in svantaggio. Traversone lungo di Bagatti, Pezzullo non esce inspiegabilmente e Massei, liberatosi dal suo controllore Carosi, mette dentro di testa. La reazione è fiacca e non incisiva. Vi è una puntata di Carradori al 7', un tiraccio di Rozzoni e quindi due tentativi di Bizzarri e ancora di Rozzoni: Maietti non è mai in chiara difficoltà. La S.P.A.L. senza strafare si affaccia in avanti sempre pericolosa. Al 28' Pezzullo è impegnato severamente da Massei, quindi poco più tardi una staffilata di Taccola sfiora la traversa. Dopo l'intervallo bel tiro di Morrone e pallone fuori di non molto. Al 51' padroni di casa vicini al raddoppio con Novelli che spreca malamente. Tre minuti e il 2-0 è cosa fatta. Massei supera due avversari e si presenta al cospetto di Pezzullo: portiere immobile e comodo passaggio all'accorrente Bagatti che deposita in rete a porta vuota. I biancocelesti accusano il colpo e otto minuti dopo subiscono anche il terzo goal. Massei centra la traversa con una conclusione dal limite, il pallone è recuperato da Novelli che smista per Bagatti che crossa per la testa di Massei che castiga ancora il portiere laziale. Al 68' i biancocelesti riducono le distanze. Bizzarri si libera del suo angelo custode e serve Rozzoni che cincischia: Morrone interviene deciso e gonfia la rete. Al 71' Rozzoni calcia alle stelle un ottimo pallone. Ancora una grossa occasione all'88' con Mariani che tira però troppo debolmente verso Maietti. Proprio allo scadere Bizzarri mette dentro, ma è troppo tardi per rimediare. Sconfitta che mette fine ai sogni di rimonta.

La classifica: Juventus (p.40), Milan (p.37), Internazionale (p.36), Roma (p.33), Fiorentina e Sampdoria (p.32), Catania (p.30), Padova (p.28), Bologna (p.26), Atalanta (p.25), S.P.A.L. e L.R.Vicenza (p.24), Napoli (p.23), Torino (p.22), Bari, Udinese e Lecco (p.20), Lazio (p.14).




Torna ad inizio pagina