Giovedì 1 dicembre 2016 - Formello, centro sportivo Lazio - Lazio-Capranica 17-0


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

1 dicembre 2016 - Formello, centro sportivo Lazio - Amichevole - inizio ore 15.00

LAZIO: Marchetti (46' Vargic), Patric (46' Basta, 66' Murgia), Bastos (46' Wallace), de Vrij (46' Hoedt), Lukaku (46' Kishna), Cataldi (46' Leitner), Biglia (46' Parolo), Lulic (46' Milinkovic), Felipe Anderson (46' Lombardi), Immobile (46' Djordjevic), Keita (46' Luis Alberto). Allenatore: S. Inzaghi.

CAPRANICA: Campanella, Scorsoso (46' Zega), Pagano (46' Orilesi), Gimelli, Ghezzi (46' Di Benedetto), Del Nero (46' Pagamo), M. Foglietta (46' Luzzitelli), G. Foglietta (46' Ghezzi), Federici (46' Salimi), Rovinetti (46' Vittorimi), Ravoni (46' Darida). Allenatore: Oliva.

Arbitro: sig. Perri (sez. Roma) - Assistenti: sigg. Filabozzi e Grasso.

Marcatori: 7' Felipe Anderson, 12' Immobile, 15' Keita, 24' Immobile, 25' Immobile, 31' Lulic, 37' Lulic, 47' Djordjevic, 48' Parolo, 50' Milinkovic, 55' Luis Alberto, 61' Djordjevic, 64' Parolo, 70' Djordjevic, 74' Parolo, 79' Djordjevic, 84' Lombardi.

Note: il secondo tempo è durato 41'.

Spettatori: 5.000 circa.


Ciro Immobile in azione
Felipe Anderson
Stefan de Vrij
Una fase di gioco
Federico Marchetti
Lucas Biglia
Keita Balde Diao in azione
Foto Fotonotizia
Le squadre entrano in campo
Foto Fotonotizia
Senad Lulic in azione
Foto Fotonotizia
Gli spalti del Fersini gremiti
Foto Fotonotizia

Dalla Gazzetta dello Sport:

Marchetti e De Vrij pienamente recuperati. È questa la buona notizia arrivata dal test di ieri con il Capranica. Il portiere e il difensore già da alcuni giorni si allenavano in gruppo, ma per l’ok definitivo serviva la conferma di una partita. Che è appunto giunta dall’amichevole disputata ieri a Formello dai biancocelesti. Marchetti e De Vrij sono stati impiegati da Inzaghi nei primi 45 minuti, dimostrando una discreta tenuta fisica e condizioni fisiche buone. Il portiere sarà sicuramente in campo domenica, per il difensore la decisione non è stata ancora presa. Il motivo? Il tecnico deve ancora decidere quale modulo utilizzare. Con il 3-5-2 l’olandese giocherà titolare (con Wallace e Radu ai suoi lati). In caso di 4-3-3, invece, è più probabile che la coppia di centrali sia composta da Wallace e Radu. Il tormentone sul modulo scandirà le ore della vigilia. Al momento il 3-5-2 sembra in leggero vantaggio, anche perché oltre all’inserimento di De Vrij consentirebbe lo spostamento di Lulic a centrocampo. Il sacrificato sarebbe Basta, che ieri ha disputato solo 20 minuti dell’amichevole (a scopo precauzionale). Ha invece saltato il test Radu, ma lo stop del romeno era previsto: le sue condizioni non destano preoccupazione. Intanto il capitano Lucas Biglia ha suonato la carica: "Roma più forte della Lazio? Sarà il campo a dirlo. Molti di noi non hanno vinto il derby. E’ ora di farlo".

Un raduno pieno di calore e colori con un linguag­gio che, però, a un certo punto ha assunto toni eccessivi. La partitella infrasettimanale della Lazio, ieri pomeriggio a Formello, si è trasformata nel bagno di folla previsto. Erano infatti quasi 5 mila i tifosi che hanno "invaso" il centro sportivo biancoceleste per assistere all’amichevole con il Capranica. È finita 17­-0 per i biancocelesti. Tra i cori e l’entusiasmo della gente sono andati a segno un po’ tutti. Da Djordjevic (4 reti) a Immobile e Parolo (3 a testa), da Lulic (doppietta) a Keita, Anderson, Milinkovic, Luis Alberto e Lombardi (un gol ciascuno). I più applauditi? Due che domenica non giocheranno: il tecnico Simone Inzaghi e il club manager Angelo Peruzzi. Forse perché loro i derby li giocavano quando la Lazio era più forte e più vincente rispetto a questa. Che comunque non è da meno, specie in attacco. E infatti quelli del tridente – Felipe Anderson, Ciro Immobile e Keita Balde Diao ­sono stati i più applauditi nel corso della partitella. Molto applaudito anche De Vrij, che è stato il primo ad uscire dagli spogliatoi in apertura di giornata. Quasi a voler rassicurare i tifosi sulla sua presenza in campo nel derby di domenica. Molto apprezzati anche i più giovani, Strakosha, Lombardi e Murgia. Grande entusiasmo da parte dei sostenitori biancocelesti, ma anche un episodio del quale si sarebbe fatto volentieri a meno. Nell’intervallo gli ultrà presenti nel centro sportivo laziale hanno incitato a modo loro la squadra. Invitandola a dare tutto con toni piuttosto duri.


Estratto dal Corriere dello Sport:

...Positivo il test con i dilettanti del Capranica, ma l’olandese è stato impiegato nel primo tempo con le riserve, almeno nel reparto arretrato, perché la linea a quattro era completata da Patric, Bastos e Lukaku. Nessuno dei tre al momento ha chances di entrare nel blocco dei titolari. Simone ha disegnato la Lazio inizialmente con il 4-3-3 e nella ripresa ha virato sul 3-5-2. Mancava Stefan Radu, tenuto a riposo per una contusione al piede. Non sembra niente di preoccupante, già questa mattina tornerà ad allenarsi, non rischia di saltare il derby. Almeno così trapelava ieri sera da Formello. Nel primo tempo Cataldi, Biglia e Lulic formavano il trio di centrocampo e davanti si muovevano Felipe, Immobile e Keita. Il brasiliano ha sbloccato con un gol facile, poi è salito in cattedra Ciro con una tripletta. Keita ha colpito un palo e ha segnato una rete, Lulic si è messo in mostra con una doppietta e i suoi inserimenti. Nel secondo tempo Simone ha provato la difesa a tre con Basta, Wallace e Hoedt, impiegato al posto di Radu. Altro indizio perché in formazione spiccavano le due mezzeali titolari (Milinkovic e Parolo), Kishna e Lombardi si muovevano da esterni, Djordjevic (autore di quattro gol) e Luis Alberto (a segno con un gran destro) formavano la coppia d’attacco.

Solo tra oggi e domani, a porte chiuse, Inzaghi proverà la formazione per il derby. Ieri ha mischiato senza dare indicazioni. Prima del test lunga lezione video per analizzare i movimenti della Roma. Prevalgono le sensazioni. De Vrij sta bene, non è ancora sicuro del posto. Se resta fuori difesa a tre con gli stessi giocatori impiegati nelle ultime due partite (Palermo e Genoa) a parte Marchetti, Felipe Anderson destinato alla fascia destra del 3-5-2. Qualora Simone decidesse di impiegare De Vrij, la Lazio transiterebbe alla difesa a quattro con l’olandese accanto a Wallace, Basta e Radu terzini. Milinkovic sarebbe confermato a centrocampo con Biglia e Parolo. Lulic sembra fuori da qualsiasi ballottaggio e potrebbe essere avanzato nel tridente. Rischia la panchina Keita. Inzaghi non ha ancora deciso. L’esclusione fa pensare, ma nella logica di un derby tiratissimo per 95 minuti potrebbe far comodo una carta buona da giocare in corsa.




<< Amichevole precedente Amichevole successiva >> Torna alla Stagione Torna ad inizio pagina