Domenica 18 agosto 2019 - Formello, Centro Sportivo Lazio - Lazio-Lazio Primavera 12-0


Stagione

Amichevole precedente

18 agosto 2019 - Formello (RM), Cantro Sportivo Lazio - Amichevole - inizio ore 9.30


LAZIO: Strakosha (46' Guerrieri), Vavro (46' Luiz Felipe), Acerbi (46' Armini), Radu (46' Bastos), Lazzari (46' Patric), Parolo (46' André Anderson), Leiva (46' Cataldi), Luis Alberto (46' Berisha), Lulic (46' Jony), Correa (46' Adekanye), Immobile (46' Nimmermeer, 75' Scaffidi). Allenatore: S. Inzaghi.

LAZIO PRIMAVERA: Proto (46' Stakosha, 77' Alia), De Angelis (46' Petricca, 70' Scaffidi, 75' Tare), Armini (45' Franco), Cipriano (46' Pica), Falbo (46' Ndrecka), Czyz (46' Francucci), Bertini (46' Bianchi), Cesaroni (46' Shoti), Shehu (46' Kaziewicz), Nimmermeer (46' Zilli, 80' Vecchi), Cerbara (46' Russo). Allenatore: Menichini.

Arbitro: sig. Lattuada (Roma) - Assistenti sigg. Testa (Ciampino) e Marras (Aprilia).

Marcatori: 2' Parolo, 16' Parolo, 20' Luis Alberto, 23' Immobile, 32' Vavro, 35' Parolo, 36' Correa, 46' Patric, 54' Nimmermeer, 66' Nimmermeer, 69 Berisha, 83' Scaffidi.

Note: -

Spettatori: n.d.


Marco Parolo, di testa, sblocca la gara
La seconda rete di Marco Parolo
Luis Alberto, di pallonetto, per il 3-0
Ciro Immobile per il 4-0
Il tocco vincente di Denis Vavro per il 5-0
Il 6-0 di Marco Parolo
Joaquin Correa per il 7-0
Tyro Nimmermeer sigla la rete del 9-0
Tyro Nimmermeer per il 10-0
Valon Berisha, di testa, marca la rete dell'11-0
Federico Scaffidi chiude le marcature sul 12-0

La Gazzetta dello Sport titola: "Tripletta per Parolo. Nimmermeer: 2 gol. Segna anche Berisha. Il kosovaro vede miglioramenti (non solo per lui): "Adesso pressiamo più alto". Ma Milinkovic e Caicedo restano in dubbio. La sfida in famiglia".

Continua la "rosea": Altri 12 gol nell'ultimo test del precampionato e salgono a 71 quelli complessivi dell’estate laziale, incorniciati da 10 vittorie in altrettante partite. Nella sfida con la Primavera di ieri mattina a Formello, Inzaghi ha fatto le prove generali della formazione da opporre domenica alla Sampdoria nel debutto di campionato a Marassi. Salvo poi dover fare i conti con lo stop di Lazzari. Il recupero di Lulic, che solo sabato era tornato ad allenarsi col gruppo dopo la lesione all’adduttore nel ritiro di Marienfeld, è stato sancito dalla sua presenza in campo dal 1’. Invece Jony, schierato nella ripresa, resta in attesa del transfer per giocare in campionato. Contro la formazione allenata da Menichini, fermi Milinkovic (che deve smaltire una trauma distrattivo all’anca) e Caicedo (elongazione al polpaccio): entrambi sono incerti verso domenica. Al posto del serbo è stato inserito Parolo, risultato il mattatore della goleada con una tripletta nel primo tempo quando sono andati a segno pure Immobile, Luis Alberto, Correa e Vavro. Nella ripresa, ha aperto le marcature Patric. Una doppietta per l’olandese Nimmermeer (si è vista una buona intesa con il connazionale Adekanye), che è stato "cooptato" dalla Primavera, come Scaffidi, che ha firmato l’ultimo gol. A segno anche Valon Berisha. "Il gol? Per me è stato bello, anche perché colpire di testa non è la mia migliore qualità. Mi ha dato un grande pallone Patric - ha detto il centrocampista kosovaro a Lazio Style -. Questa partita è stata importante per metterci in condizione per affrontare la Samp. Abbiamo tanti giocatori di qualità, c’è un buon tiki-taka, la squadra sale e pressa alto. Questo è molto importante: se si riconquista palla si può essere pericolosi e fare gol. Vedo questa differenza rispetto alla scorsa stagione. E anche con i cross siamo molto pericolosi". Nel quarto d’ora finale Menichini ha inserito Etienne Tare, attaccante classe 2003, figlio di Igli, d.s. biancoceleste.


► Il Corriere dello Sport titola: "Test Lazio: Parolo si prende la scena. Per lui anche una tripletta. Buona la prestazione di Luis Alberto. Lulic recuperato: subito in campo. Dodici gol nella partitella in famiglia contro la Primavera di Menichini".

Prosegue il quotidiano sportivo romano: Una dozzina di gol. Il tris di Parolo, la qualità di Luis Alberto, il timbro di papà Ciro da dedicare a Mattia, terzogenito e primo maschietto di casa Immobile. E poi il ritorno di Lulic, appena rientrato dall’infortunio e schierato subito dall'inizio. Il capitano ci ha messo due minuti per sfornare il primo assist della sfida in famiglia con la Primavera (12-0). Ma è stato Parolo, "seconda linea" per modo di dire, a prendersi la scena almeno nel primo tempo, chiuso già su 7-0. In attesa del rientro di Milinkovic, ancora in dubbio per la prima di campionato, è il senatore del centrocampo a candidarsi per una maglia da titolare con la Samp. Simone Inzaghi, al di là delle imprecazioni per Lazzari (stop al 37’, ha lasciato la squadra in dieci), può dirsi soddisfatto dell’ultimo test estivo. Soprattutto della prestazione delle mezzali ai lati di Leiva: Parolo da una parte, Luis Alberto dall’altra. Lo spagnolo ha sventagliato e illuminato: gli riescono le giocate, è in forma e in fiducia, sta convincendo dal ritiro di Auronzo. L’italiano si è inserito e ha concretizzato i suggerimenti: al 2' con un perfetto stacco di testa. Proto, tra i pali dei giovani, non ha potuto nulla.

Le reti sono arrivate a ritmo regolare. Vavro, Acerbi e Radu, per tutta la prima frazione, hanno badato solo all’impostazione e a sviluppare la manovra sulle fasce presiedute da Lazzari e Lulic, recuperato dalla lesione muscolare. Il bosniaco non sembra aver perso troppo la condizione. In mezzo, le geometrie di Luis Alberto, abile a lanciare in porta Parolo per il raddoppio: sinistro sotto la traversa. Poi il "Mago" si è messo in proprio: finta e scavetto del 3-0. Una primizia. Immobile e Correa, insieme nel tandem d’attacco, continuano a migliorare l'intesa. Una soddisfazione a testa, tra queste un altro mancino di Parolo e la deviazione di Vavro da pochi passi su corner di Luis Alberto. Nella ripresa undici cambi per Inzaghi: senza Caicedo davanti ha impiegato il 2001 Nimmermeer con Adekanye. Coppia olandese, 38 anni in due. L’attaccante di Menichini ha bucato due volte Strakosha, passato con la Primavera dopo l’intervallo. L’albanese è apparso di nuovo incerto e ha regalato una gioia a Patric: passaggio sbagliato sul pressing e carambola in porta a inizio secondo tempo. Dove Armini è stato provato al centro della difesa con Luiz Felipe e Bastos ai fianchi. Buona la prova di Jony, ha sfiorato in più occasioni il colpo trovato da Berisha: inserimento del kosovaro e lob di testa. Scaffidi, altro baby prestato, ha realizzato il dodicesimo. Sono finite le amichevoli, il prossimo gol varrà punti pesanti.






<< Amichevole precedente Torna alla Stagione Torna ad inizio pagina