Domenica 9 settembre 1973 - Roma, stadio Olimpico - Roma-Lazio 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

9 settembre 1973 - 1778. Coppa Italia 1973/74 - Girone 2 - III giornata

ROMA: Ginulfi, Morini G., Peccenini, Rocca, Batistoni (84' Bertini G.), Santarini, Domenghini, Di Bartolomei, Cappellini, Cordova (46' Spadoni), Prati. A disp. P.Conti, Bertini, Liguori, Selvaggi. All. Scopigno.

LAZIO: Pulici F., Petrelli, Martini L., Wilson, Oddi, Nanni, Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi, Manservisi. A disp. Moriggi, Labrocca, Inselvini, Mazzola, D'Amico. All. Maestrelli.

Arbitro: sig. Gussoni di Tradate.

Note: serata calda e umida, terreno in perfette condizioni, illuminazione ottima. Espulso Domenghini al 65' per fallo di reazione su Wilson. Angoli 8-2 per la Roma. Una grande ovazione si è levata da tutto lo stadio quando sul tabellone luminoso è apparsa la notizia della vittoria di Novella Calligaris ai mondiali di nuoto di Belgrado con record del mondo.

Spettatori: 85.000 circa (ben oltre il limite massimo dell'Olimpico) per un incasso di £. 245.400.000.

Il biglietto della gara
Wilson e Cordova si scambiano i gagliardetti
Oddi si lamenta coi compagni di reparto
Un tentativo di Prati

La Coppa Italia vede subito di fronte le due squadre romane per un derby che può valere la qualificazione al turno successivo. Per l'occasione Maestrelli schiera la migliore formazione. I giallorossi, memori delle due sconfitte subite nella passata stagione, schierano una formazione più guardinga, ma non troppo.

C'è il pubblico delle grandi occasioni, e viene stracciato il record d'incassi per una partita di Coppa Italia. la Lazio, parte subito in avanti, ed è Re Cecconi a servire con un cross sulla destra Garlaschelli, che però riesce a solo a sfiorare di testa una facile occasione da distanza ravvicinata. La palla giunge poi a Martini che controcrossa per Chinaglia di testa manda abbondantemente fuori. Risponde la Roma con Domenghini che crossa in area, ma Oddi anticipa tutti e manda fuori area la palla.

E' ancora la Lazio a rendersi pericolosa con una sforbiciata di Chinaglia su cross dalla destra, che finisce a 1 metro dal palo sinistro di Ginulfi. La Roma, ha però la grande occasione per passare in vantaggio. Un tiro violento di Domenghini non viene trattenuto da Pulici; la palla arriva a Cappellini che spara di poco sopra la traversa tra le imprecazioni del pubblico giallorosso.

La partita è aperta e godibile, con le squadre che si affrontano a viso aperto. Una punizione di Chinaglia dal limite, finisce sulla barriera. Sulla respinta la palla giunge a Re Cecconi che crossa per l'onnipresente Long John che di testa spedisce tra le braccia di Ginulfi ben piazzato. La Roma non sta a guardare e attacca con Prati ben controllato da Petrelli. Sul contropiede biancazzurro è Martini a sfiorare la rete dopo un rimpallo in area giallorossa.

Il suo tiro finisce di un soffio sul lato. Verso la fine del primo tempo, è la Roma a sfiorare il vantaggio: su calcio d'angolo la palla giunge a Prati che sbilanciato tira debolmente superando, però Pulici, Re Cecconi sulla linea spazza via la minaccia salvando il risultato. La prima parte dell'incontro si conclude con una splendida parata di Pulici su un tiro da lontano, che riesce ad alzare sopra la traversa. La ripresa inizia con i biancazzurri in avanti, con ottime triangolazioni che mandano in affanno i difensori giallorossi.

Una punizione di Chinaglia finisce sulla barriera e per poco non scatena il contropiede giallorosso. E' la volta di Garlaschelli, che entrato in area tira su Ginulfi in disperata uscita. Sul rimpallo, la palla è toccata da Manservisi, ma l'estremo difensore riesce a bloccare. la Lazio affonda e cerca di bloccare la gara. Manservisi crossa al centro, dove Batistoni, nel tentativo di contrastare Chinaglia, per poco non segna un'autorete.

In un'azione giallorossa, Domenghini, esasperato dalla marcatura di Wilson, reagisce a un fallo sferrando un violento pugno che stende il libero biancazzurro. L'arbitro Gussoni lo espelle immediatamente lasciando i giallorossi in 10. La punizione viene ribattuta dalla barriera laziale. La partita s'incattivisce e sono numerosele punizioni fischiate da Giudice di gara. Verso la fine della gara è Frustalupi, con un violento tiro da fuori area ad impegnare in due tempi Ginulfi. Poi è Martini di testa, dopo una furibonda mischia in area, a impensierire non più di tanto il portiere giallorosso. la gara finisce, qui, con un pareggio che va stretto ai biancazzurri, dopo una gara frizzante e piacevole.