Domenica 22 settembre 2002 - Torino, stadio Delle Alpi - Torino-Lazio 0-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

22 settembre 2002 - 3003 - Campionato di Serie A 2002/03 - III giornata

TORINO: Bucci, Delli Carri, Fattori, Galante, Balzaretti, Conticchio (19' De Ascentis), Scarchilli (71' Sommese), Vergassola, Castellini, Ferrante, Magallanes (62' Lucarelli). A disposizione: Sorrentino, Garzya, Mezzano, Osmanovski. Allenatore: Camolese.

LAZIO: Peruzzi, Negro, Stam, Mihajlovic, Cesar, Fiore, Simeone (90' Giannichedda), Stankovic, Manfredini (60' Castroman), Corradi (64' S.Inzaghi), Lopez. A disposizione: Marchegiani, Fernando Couto, Favalli, Oddo. Allenatore: Mancini.

Arbitro: Sig. Bolognino (Milano).

Marcatori: 86' Simeone.

Note: ammoniti Simeone e Castroman per gioco scorretto. Recuperi: 1' p.t., 4' s.t.

Spettatori: 13.464 per un incasso di € 210.915; 2.962 paganti per un incasso ai botteghini di € 78.225, 10.502 abbonati per una quota-partita di € 132.690.


Christian Manfredini in azione

La Gazzetta dello Sport titola: "La Lazio c'è con la testa".

Continua la "rosea": Un'incornata di Simeone manda k.o. il Toro. Magallanes spreca una grande occasione ma i granata non impongono il ritmo. Superiore la squadra di Mancini: palo di Stankovic, create altre quattro palle gol.

La Lazio riscatta la sconfitta del turno precedente vincendo a Torino, con i granata, grazie ad un'incornata di Simeone nei minuti finali della gara. La vittoria, comunque meritata per via di una supremazia tecnica evidente, è ascritta alla cosiddetta "vecchia guardia": Mihajlovic che fornisce quattro palle goal su calci da fermo e Simeone autore della stoccata vincente. Sin dalle battute iniziali la formazione biancoceleste mostra una netta superiorità che produce diverse palle goal ed un palo mentre, dall'altra parte, i granata impegnano Peruzzi in un solo intervento. La Lazio non riesce però a mordere nonostante l'evidente supremazia ed al 29' il palo nega la rete a Stankovic che, di testa, piazza il pallone su assist di Mihajlovic.

Corradi successivamente non approfitta di un assist di Fiore e Claudio Lopez coglie l'esterno della rete con un sinistro al volo. Sul finire del primo tempo il Torino si rende pericololo con Ferrante che colpisce di testa dopo un cross di Castellini. Successivamente Magallanes fallisce una grande opportunità in diagonale da posizione favorevolissima. La ripresa vede le sostituzioni di Mancini: Castroman e Simone Inzaghi entrano in campo. La partita si accende e la Lazio per diverse volte sfiora la marcatura, prima al 26' con Claudio Lopez che spreca un ottimo invito del solito Mihajlovic su punizione, poi è Simone Inzaghi, sempre su cross del serbo, a deviare di testa ed impegnare severamente Bucci.

Il Torino prova a reagire ma inutilmente. Su un successivo calcio d'angolo battuto da Mihajlovic, irrompe Simeone che, indisturbato, batte il portiere granata. La Lazio sfiora subito il raddoppio con Claudio Lopez ma la girata al volo di Simone Inzaghi finisce di poco a lato. Sono le ultime emozioni di una partita vinta meritatamente dai giocatori biancocelesti.