Il Ritiro 2014


Il nuovo tecnico biancoceleste Stefano Pioli con Filip Djordjevic
Foto LaPresse
Il primo allenamento della stagione 2014/15 a Formello in data 7 luglio 2014
Foto LaPresse
Il mister biancoceleste parla con i calciatori
Foto LaPresse
Un momento dell'allenamento
Foto LaPresse
Lo staff tecnico biancoceleste
Foto LaPresse
Stefano Pioli
Foto LaPresse
Una fase della seduta
Foto LaPresse
Una fase della preparazione
Foto LaPresse
Dusan Basta, nuovo acquisto biancoceleste
Foto LaPresse
La presentazione della squadra in data 17 luglio 2014 al Palaghiaccio di Auronzo di Cadore (BL)
Foto LaPresse
Il mister biancoceleste Stefano Pioli durante la presentazione del 17 luglio 2014
Foto LaPresse
Le maglie della stagione 2014/15
Foto La Presse
Stefano Pioli con l'aquila Olimpia
Lazio Style Village sul Corrsport

Stagione


Le fasi del ritiro precampionato:


Tratto dal sito web ufficiale della S. S. Lazio in data 11 giugno 2014:

Il comune di Auronzo di Cadore ospiterà per la settima stagione consecutiva il ritiro estivo della S.S. Lazio: la prosecuzione del sodalizio tra comune veneto e società capitolina è stata ufficializzata questa mattina, alle ore 12:00, presso il centro sportivo di Formello, alla presenza del Vice Sindaco di Auronzo Anna Vecellio Del Monego e di Aldo Corte Metto, direttore del Consorzio di Promozione Turistica Auronzo Misurina. La permanenza della squadra biancoceleste sotto le Tre Cime di Lavaredo è prevista dal 10/11 luglio al 26/27 dello stesso mese. Ancora una volta il ritiro sarà organizzato in collaborazione con la Media Sport Event: non mancherà l'animazione offerta dal Lazio Style Village e la possibilità, per tutti i visitatori, di ammirare dal vivo l'aquila Olympia.


Tratto dal sito web ufficiale della S. S. Lazio in data 17 giugno 2014:

La S.S. Lazio comunica che svolgerà la seconda parte del ritiro estivo dal 2 al 10 agosto in Germania. Durante tale periodo verranno effettuate due amichevoli internazionali: contro l'Amburgo l'8 agosto e contro l'Hannover il 10 agosto. Questo periodo di ritiro in terra tedesca nasce dalla collaborazione tra la S.S. Lazio e la società Match IQ GMBH di Amburgo, che ha supportato la fase organizzativa e sportiva.


Dal Corriere dello Sport del 7 luglio 2014:

Lazio, Pioli è già in campo. Il tecnico è arrivato ieri sera, prima di tutti. Oggi iniziano le visite mediche e i test a Formello. Giovedì partenza per Auronzo Tra i convocati c'è anche Rozzi (rientrato dal Real).

Il primo ad arrivare è stato Stefano Pioli, è a Formello da ieri sera. I suoi uomini invece si presenteranno a gruppi: oggi, domani e dopodomani. Ogni giorno, dalle 8 alle 10, i giocatori della Lazio sfileranno in Paideia. Ci siamo, inizia l'annata 2014-15. Le prossime 72 ore serviranno per effettuare le visite mediche, i primi test sul campo e per fare conoscenza. Pioli è sbarcato con 24 ore di anticipo per mettere a punto i programmi con i suoi collaboratori, probabilmente si sarà riunito con il diesse Tare per analizzare e definire le strategie di mercato. La maggior parte dello staff tecnico, da quanto risulta, ha già effettuato le visite di idoneità, stamane toccherà ad Adriano Bianchini (collaboratore del preparatore atletico) e a Adalberto Grigioni (preparatore dei portieri). Il raduno effettivo è previsto per giovedì mattina, quando la Lazio raggiungerà Auronzo di Cadore (l’orario di partenza si conoscerà nelle prossime ore, la truppa potrebbe sbarcare a Venezia in charter, in pullman arriverebbe nel suo quartier generale). I convocati per la prima fase del precampionato saranno 26.

I portieri: Etrit Berisha, Federico Marchetti, Thomas Strakosha.
I difensori: Dusan Basta (ha già effettuato le visite), Lorik Cana, Luis Cavanda, Michael Ciani, Abdoulay Konko, Diego Novaretti, Bruno Pereirinha, Stefan Radu, Vinicius.
I centrocampisti: Felipe Anderson, Danilo Cataldi, Ederson, Cristian Ledesma, Stefano Mauri.
Gli attaccanti: Emiliano Alfaro, Filip Djordjevic, Keita e Antonio Rozzi (è rientrato dal prestito al Real Madrid).

I nazionali "Mondiali" si uniranno al gruppo tra la fine di luglio e l'inizio di agosto: Lucas Biglia, Antonio Candreva, Alvaro Gonzalez, Senad Lulic, Eddy Onazi, Marco Parolo, Miroslav Klose. Brayan Perea è infortunato, sarà pronto a settembre. Pioli ha scelto cinque ragazzi della Primavera per completare l’organico, eccoli: Guido Guerrieri (portiere), Josip Elez (difensore), Lorenzo Filippini (difensore), Milos Antic (centrocampista), Christopher Oikonomidis (centrocampista). Minala e Tounkara rimarranno a Roma perché puniti per motivi comportamentali.

Il programma. S'è aggiunta un'amichevole rispetto a quelle previste, si disputerà ad Auronzo il 26 luglio alle 11 contro l'Asiago Team (selezione di calciatori senza contratto), qualche ora prima rispetto al test programmato nel pomeriggio contro il Perugia. Il ritiro si concluderà al termine di quest’ultima sfida. La Lazio riposerà dal 27 al 30 o 31 luglio, è da definire la data di rientro a Formello. Pioli sfrutterà le prime ore di questa settimana per stabilire nei dettagli ogni aspetto. Il lavoro sul campo, quello effettivo, inizierà giovedì, direttamente in montagna. L’organico attuale non è ovviamente definitivo, subirà ritocchi e aggiustamenti, sarà modificato in base al mercato (in entrata e in uscita). La difesa è un cantiere aperto, la speranza di Lotito e Tare è chiudere con Astori nel giro di pochi giorni: vogliono regalarlo al nuovo allenatore. In rosa sono presenti giocatori in bilico, giovani che proveranno a conquistare fiducia, chi non ci riuscirà rientrerà in Primavera o troverà spazio altrove. La vera Lazio nascerà ad agosto, prima degli impegni ufficiali previsti per il 24 (terzo turno eliminatorio di Coppa Italia) e il 31 (esordio in campionato). Il mercato chiuderà l'1 settembre alle 23, il traguardo è ancora lontano, in meno di due mesi può succedere di tutto.

Pioli si giocherà una grande chance, ha voluto firmare un contratto annuale, ha rifiutato il biennale proposto da Lotito. Pioli vuole guadagnarsi la conferma, è legata alla qualificazione europea. Lotito, in cuor suo, spera di giocarsi un posto in Champions. Gli acquisti di Djordjevic, Basta e Parolo promettono bene, non si possono sbagliare i centrali difensivi e va blindato Candreva. Solo così la Lazio rinascerà forte e competitiva. Oggi, intanto, inizieremo a salutarla con speranza.


Dal Corriere dello Sport del 18 luglio 2014:

Pioli: Soddisfatto della mia Lazio. "La squadra mi piace, avremo un cammino positivo".

Il Palaghiaccio si è sciolto solo per Pioli. Sono quasi le dieci di sera e la Lazio si sta presentando ad Auronzo. Tocca al tecnico emiliano prendere il microfono e allora viene fuori il suo pensiero. E' contento di come sta venendo su la squadra, ha sensazioni positive, le risposte sono positive. Ha portato entusiasmo all'interno dello spogliatoio, così dicono anche i giocatori. Lavorano bene, si sta formando il gruppo, ci sono qualità importanti, a cui ora la società dovrà aggiungere due pilastri in difesa. Ecco Pioli. Sostanza, niente fronzoli. "E' difficile parlare dopo il discorso di Manzini. Sono qui per lavorare. Ringrazio Auronzo per come siamo stati accolti. Le strutture sono ideali, ci si allena nelle condizioni migliori possibili". Dalla premessa al punto fondamentale, comincia a vedere la luce. "Sono molto soddisfatto. Mi piace la squadra, mi piacciono i giocatori per come si comportano, per i valori che hanno. Non vedo l'ora di abbracciare gli altri che arriveranno presto. Sono tutti fortemente motivati, sono convinto che insieme avremo un cammino e futuro positivo". E giù gli applausi del Palaghiaccio, dove si erano radunati tifosi, famiglie, paesani più i bambini del Summer Camp a fare da cornice alla serata di presentazione.

Un discorso breve, ma efficace, buono anche per rompere cinque minuti di contestazione e di imbarazzi. Gli esponenti della Curva Nord erano presenti e avevano srotolato un altro striscione di dissenso nei confronti di Lotito. "Amo i colori, rispetto la storia, non te... che usandone il nome, vai in cerca di gloria". Basta nominarlo, arrivano i fischi. Manzini, prima di tuffarsi nel solito discorso struggente, aveva ringraziato il presidente. "Porto i saluti di Lotito. Nel rispetto delle opinioni di tutti, dico che se non ci avesse salvato, al nostro posto oggi qui magari ci sarebbe la Roma, non noi. Penso che sia giusto ricordarlo". Sul palco a sorpresa anche Enrico Lotito. Forse anche perché giovane, è riuscito a spegnere qualche fischio e si è preso gli applausi dei giocatori e di una parte del pubblico. "Porto i saluti di mio padre. Spero che supportiate i ragazzi, ne hanno bisogno. Vi invito a sostenere giorno dopo giorno la squadra e i giocatori. Grazie a tutti". Settimo ritiro consecutivo ad Auronzo organizzato in collaborazione con la Media Sport Event e trattativa aperta per confermare l'opzione e prolungare il rapporto anche alla prossima estate, come hanno fatto capire il sindaco Larese Filon e i vertici del consorzio turistico. "La Lazio, e i suoi tifosi hanno dato tanto, in termini numerici e di visibilità. Fiducia, stima, rispetto reciproco. Auronzo se l'è guadagnato dal primo minuto del primo ritiro. Ospitare un club di serie A è impegnativo. Non è così scontato pensando a località limitrofe. I laziali sono più amici che ospiti. E il nostro valore aggiunto sono il lago e le Tre Cime di Lavaredo".


Tratto dal sito web ufficiale della S. S. Lazio in data 1 agosto 2014:

Il tecnico biancoceleste Stefano Pioli ha diramato la lista dei convocati per il ritiro estivo in Germania.


Dal Corriere dello Sport del 3 agosto 2014:

Klosterpforte, tutti al lavoro: c'era anche Radu.

Due campi di calcio, un laghetto, il green con 18 buche per giocare a golf, il centro benessere e un albergo che si presta ai ricevimenti. L'hotel Klosterpforte si trova nella campagna di Marienfeld, tra Renania Settentrionale e Westfalia, a 23 chilometri da Bielefeld. Qui il Portogallo si era preparato ai Mondiali del 2006 conclusi al quarto posto. Fa caldissimo nella pianura tedesca, la temperatura sfiora i trenta gradi, uno sbalzo termico rilevante rispetto a Lisbona. Ieri mattina il volo charter dal Portogallo. La Lazio è atterrata a Munster e ha raggiunto il proprio quartier generale, dove si allenerà sino a giovedì prima di trasferirsi a Lubecca per l'amichevole con l'Amburgo (venerdì 8 alle 18,45) e quindi ad Hannover per affrontare i padroni di casa (domenica 10 alle 15,45) nel test organizzato in coincidenza con l'addio al calcio dell'americano Cherundolo. Alle 17 Pioli era già in campo a sorvegliare e dirigere l'allenamento dei nazionali, che si sono uniti alla Lazio appena tre giorni fa. Parolo, Lulic, Candreva e Gonzalez sono stati sottoposti al test di Mognoni per misurare la soglia anaerobica. Dovranno sfruttare questa settimana di allenamento per riallinearsi al gruppo che ha svolto la preparazione ad Auronzo di Cadore. Alle 17,30 tutta la squadra era raccolta a centrocampo e Pioli, come al solito, ha aperto l'allenamento con un breve discorso. Hanno lavorato tutti, anche Radu che nel secondo tempo della partita con lo Sporting aveva riportato un pestone a un dito del piede sinistro. Oggi la preparazione proseguirà con un doppio allenamento.

Ricercatissimo allo stadio Josè Alvalade il portoghese Bruno Pereirinha. "E' stata una partita speciale, un'emozione rivedere tanti miei ex compagni e giocare nello stadio in cui sono stato per tanti anni". Pioli lo ha impiegato da mezz'ala destra. "Abbiamo affrontato una squadra di grande qualità che ha mantenuto il possesso palla e ha impresso un grande ritmo alla partita. Ci sono state diverse difficoltà, ma loro sono in una fase più avanzata della preparazione, mentre noi ancora alla ricerca della forma migliore. La nostra stagione inizia più tardi". Lo hanno atteso a lungo anche fuori dallo stadio e salutato prima che risalisse sul pullman. "Sono sicuro che quest'anno lo Sporting farà bene. Il mio ciclo a Lisbona era finito e sono contento della scelta fatta. La nazionale? E' un pensiero, ma dovrei prima riuscire a giocare con continuità nel club".


Dalla Gazzetta dello Sport del 3 agosto 2014:

Germania in festa per la Lazio di Klose.

Dal caldo umido di Lisbona al fresco della Renania. Riparte dalla Germania l'estate biancoceleste. Dopo il consueto ritiro di Auronzo di Cadore, per la seconda fase del precampionato la Lazio quest'anno ha "tradito" Fiuggi e il suo tradizionale calore per la quiete e il verde di Marienfeld, piccolo centro della regione tedesca della Renania, nei pressi di Bielefeld. Qui sorge un centro sportivo con annesso albergo, l'hotel Klosterpforte, che sarà la casa della Lazio in questa settimana. La struttura fu creata per il Mondiale del 2006 e durante la rassegna iridata tedesca ospitò il Portogallo di Cristiano Ronaldo e Felipe Scolari. Il ritiro portò fortuna ai portoghesi che in quel Mondiale ottennero un inaspettato e positivo quarto posto. Nella finale per il terzo posto si arresero alla Germania, il cui centravanti era un certo Miro Klose. Otto anni dopo quella delusione (perché il terzo posto fu per i tedeschi che giocavano in casa una profonda delusione) Klose e i suoi compagni sono diventati campioni del mondo. Per la gioia di un intero Paese. Inevitabile che l'arrivo in terra tedesca della Lazio di Klose susciti attesa e interesse. Il Kaiser, che si sta ancora godendo le vacanze, si unirà alla comitiva il 7 agosto, in tempo per prendere parte alle due amichevoli che la Lazio affronterà nel suo soggiorno tedesco: l'8 agosto con l'Amburgo (a Lubecca) e il 10 agosto ad Hannover. Klose, la cui preparazione deve ancora iniziare, sarà in campo solo per pochi minuti. Giusto il tempo di ricevere una doppia standing ovation. L'attaccante, come Biglia e il nuovo acquisto de Vrij, hanno giocato il Mondiale fino in fondo, ci vorrà un po' di tempo prima di vederli a pieno regime.

Diverso è invece il discorso per gli altri reduci di Brasile 2014. Uno, Onazi, essendo infortunato è rimasto a Roma. Gli altri quattro (Candreva, Gonzalez, Lulic e Parolo) intensificheranno i ritmi di lavoro dopo i primi giorni di allenamento a Formello. Probabile che facciano pure il debutto stagionale nelle due amichevoli che chiuderanno il ritiro tedesco. Ieri, nel primo giorno di lavoro a Marienfeld, sono stati quelli che hanno sgobbato di più. Per gli altri, impegnati venerdì a Lisbona, solo un allenamento di scarico, svolto nel pomeriggio (la comitiva è arrivata all'ora di pranzo in albergo, c'era un matrimonio in corso). Da oggi doppia seduta quotidiana. A Corato, infine, 2-0 della Primavera all'Equipe Puglia nella prima amichevole: reti di Rossi e Antonucci.









Stagione Torna ad inizio pagina